News dalla Presidenza

Come stravolgere la dis-Unione Europea e renderla strumento di democrazia, libertà e giustizia sociale.

Vedo che di fronte alla tragedia del Coronavirus e alla disastrosa reazione della dis-Unione Europea, che sembra continuare a voler fare gli interessi degli istituti finanziari invece che del popolo (Conte chiede anche l'attivazione del MES?), si fanno di nuovo forti i corvi nazionalisti che non distinguono tra globalizzazione, Europa e neoliberismo, e non hanno studiato. 

Giustamente, molte persone oggi rivendicano la mancanza di sovranità del popolo, dovuta al neoliberismo (von Hayek teorizzò proprio i processi di cui oggi ci si lamenta). Ma per affermare la sovranità del popolo, e proporre un modello economico alternativo, bisogna studiare e sviluppare la giusta strategia e le giuste tattiche.

Obiettivo: sovranità e benessere.

Ora, combattere il neoliberismo vuol dire combattere il sistema economico globale.

Leggi tutto...

ARRABBIATEVI

92004126_10222547361414678_5355409749472968704_n_8125a.jpgARRABBIATEVI!

Riflettevo sui gesti di solidarietà che vedo in questi giorni. I giovani si occupano dei più anziani. I vicini si occupano delle persone nel vicinato. Apps come “neighbourhood” sviluppano funzioni che permettono alle persone possono di rendersi disponibili nei confronti del prossimo...

Molte persone, giustamente, si commuovono di questa solidarietà.

Leggi tutto...

New European Perspectives: The conversation begins


90937015_2605833492980228_5884461368567922688_n_087d5.jpg
Movimento Roosevelt, LEAP2040 and #Citizensroute are lauching a series of debates on the post Covid-19 Europe.


What will post-COVID-19 Europe look like?

What are the threats that the european society is facing?

What are the opportunities? Can we take advantage of this dramatic crisis and provide a humane response to the challenges of our time?

We are going to debate the issue LIVE on YouTube Thursday, 2nd April at 16:00 (CEST time), with a number of guests from France, Italy and the United Kingdom.

https://youtu.be/T_fx0KmryDw

Speciale Wuhan: Coronavirus tra misteri dubbi e smentite

Speciale-Whuan_92315.jpgSpeciale del Movimento Roosevelt sul laboratorio di Wuhan.

Il Coronavirus può essere un prodotto da laboratorio? 
Dopo una serie di agghiaccianti ipotesi lanciate e poi smentite dalla stessa RAI, molti dubbi rimangono aperti.

Aspettando i risultati delle dovute investigazioni che sono già in corso, alcuni dirigenti del Movimento Roosevelt si incontrano per discutere della questione, partendo da punti di vista differenti.

In questo speciale, si discuterà di fatti, opinioni, e deduzioni, oltre che del metodo investigativo che deve essere usato in situazioni come questa.

Lo speciale andrà in onda live su YouTube : https://www.youtube.com/watch?v=WnOkQ-oeM5o
e sul gruppo Movimento Roosevelt Italia: https://www.facebook.com/groups/MovimentoRoosevelt.ITALIA.GruppoUfficiale/

Economia ed Europa: cambiamo i contenuti dei contenitori

I periodi di grande slancio, di solito, seguono periodi di grande compressione.

Credo che questa tragedia ci dia l'opportunità per riconsiderare il significato di alcuni significanti ed il contenuto di alcuni contenitori.

ECONOMIA
Dal punto di vista dell'economia, questa crisi sta distruggendo molti dogmi. Le persone (spero) cominciano a vedere che non è vero che lo stato si finanzia con le tasse e che i soldi non sono una risorsa limitata. Viviamo le prime crisi economiche dovute non tanto alla scarsità di mezzi di produzione, beni e servizi quanto alla scarsità di mezzi per beneficiarne. Considerando che la moneta non è una risorsa limitata, questo è pura follia.

Leggi tutto...

Globalizzazione, Europa ed economia all'epoca del Coronavirus

Vedo che di fronte alla tragedia del Coronavirus e alla disastrosa reazione della dis-Unione Europea, che sembra continuare a voler fare gli interessi degli istituti finanziari invece che del popolo (Conte chiede anche l'attivazione del MES?), si fanno di nuovo forti i corvi nazionalisti che non distinguono tra globalizzazione, Europa e neoliberismo, e non hanno studiato. 

Giustamente, molte persone oggi rivendicano la mancanza di sovranità del popolo, dovuta al neoliberismo (von Hayek teorizzò proprio i processi di cui oggi ci si lamenta). Ma per affermare la sovranità del popolo, e proporre un modello economico alternativo, bisogna studiare e sviluppare la strategia e le tattiche giuste. Obiettivo: sovranità e benessere.

Ora, combattere il neoliberismo vuol dire combattere il sistema economico globale. Non si può fare questa cosa come singoli stati (pena fare la fine di Cuba). Bisogna avere una piattaforma politica credibile e solida abbastanza da dimostrare la percorribilità di un modello economico alternativo. C'è bisogno di una Europa politica, democratica, in cui il popolo è sovrano; nulla di più lontano dalla dis-Unione Europea di cui sono innamorati gli euroinomani.

C'è bisogno di una agenda politica:
1) Scrittura della Costituzione europea, che ne tracci le finalità sociali, laiche e libertarie.
2) Eliminazione della Commissione europea e attribuzione del potere legislativo al Parlamento (unico al mondo che non lo detiene).
3) Elezione diretta del Presidente del Parlamento europeo, per evitare politiche partigiane di carattere nazionalistico.
4) Legare la BCE ad un potere politico. Bisogna attribuire le politiche monetarie ad un potere elettivo.
5) Cambiamento della mission della BCE, che deve includere la piena occupazione. 
6) Creazione degli eurobond.
7) Realizzazione dell'omogeneità fiscale.

Marco Moiso
Vicepresidente del Movimento Roosevelt
Supervisore per il Regno Unito

https://www.youtube.com/watch?v=hMk6GmB8bLo&t=130s&fbclid=IwAR3_Cdf_ObvhHu9RdAHm3zTkBPIoqOuIE7qiGoFIYL2dbKJMGyzhmygkaT8

L'ingenuità del taglio dei parlamentari

Devo dire che mi intenerisco quando vedo persone appoggiare il taglio dei parlamentari.

TUTTE le motivazioni che vengono date sono frutto della manipolazione mediatica di stampo neoliberista.

TUTTE.

C'È BISOGNO DEI SOLDI. Non è vero. C'è piuttosto bisogno di cambiare paradigma economico e di uscire dalla privatizzazione fraudolenta della moneta. La moneta non è una risorsa scarsa.

BISOGNA DARE UN SEGNALE. Si. Ma il segnale da dare è che l'unico strumento che la collettività ha per combattere contro lo strapotere finanziario è la politica. Le persone devono tornare a valutare la politica come strumento per l'azione popolare e per la perpetrazione dell'interesse collettivo.

SONO TROPPI. Non è vero. Il numero serve a garantire una rappresentatività effettiva rispetto al territorio. Quando i Padri Costituenti stabilirono a 630 il numero dei deputati e a 315 il numero dei senatori, il popolo italiano contava 40 milioni. Oggi siamo più di 60 milioni. Se vogliamo dare ai parlamentari il compito di rappresentarci, dobbiamo AUMENTARNE il numero.

GUADAGNANO TROPPO. I parlamentari vanno equiparati ai top managers che lavorano nel privato. Purtroppo, l'Italia per alcune cose è diventata provinciale, inclusa la gestione dei salari. Eppure, l'obiettivo è quello di considerare i salari che ricevono i top managers anche in altre parti del mondo.Dobbiamo convincere persone capaci, e che magari già guadagnano cifre importanti, a darsi da fare per la cosa pubblica. Non possiamo pagarli di meno.

HANNO TROPPE TUTELE, A PARTIRE DAL VITALIZIO. Magari. Il vitalizio andrebbe re-istituito subito. Se si vuole una classe dirigente votata a scagliarsi contro i poteri forti che condizionano la politica, bisogna fare in modo che la classe politica non debba mai più andare a bussare alla porta di nessuno.

Se non volete vedere queste cose è perché, per motivi egoici più che razionali, volete farla pagare ad una classe politica che di fatto vi ha tradito. VERO. CI HA TRADITO QUESTA CLASSE POLITICA: A PARTIRE DALLA SEDICENTE SINISTRA CHE DAL TUTELARE I LAVORATORI È FINITA A TUTELARE I BANCHIERI. Ma per continuare a combattere anzi, per ricominciare a combattere, abbiamo bisogno di una NUOVA classe politica, potenziata. Non c'è soluzione nel diminuire il livello di democraticità, rappresentanza e qualità della rappresentanza. BISOGNA PIUTTOSTO COMBATTERE PER UNA CLASSE POLITICA MIGLIORE, VOTATA ANIMA E CORPO ALL'INTERESSE DELLA COLLETTIVITÀ.

https://www.facebook.com/marco.moiso/videos/10221904425021670/

Marco Moiso
Vicepresidente del Movimento Roosevelt
Supervisore per il Regno Unito

Claudio Testa designato Direttore Ufficio Tesseramento e Proselitismo MR

Siamo lieti di comunicare che, avendo presentato un interessante ed innovativo Piano di riforma del sistema di tesseramento e della propaganda MR, Claudio Testa (che ha già da poco assunto l’incarico di Commissario MR Lazio, su cui vedi: https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/presidenza/claudio-testa-nuovo-commissario-mr-lazio.html ) viene designato dalla Presidenza Direttore dell’Ufficio Tesseramento e Proselitismo del Movimento Roosevelt (www.movimentoroosevelt.com )

Leggi tutto...

Assemblea Generale e Master MR: piano di svolgimento di 25 e 26 gennaio 2020 a Roma

Facendo seguito a quanto illustrato in

https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/comunicazioni/riunione-generale-mr-e-inizio-master-roosevelt-a-roma-il-25-26-gennaio-2020.html

mettiamo in evidenza che:

  1. La due giorni rooseveltiana del 25-26 gennaio 2020 a Roma avrà inizio alle ore 8:30 (puntualissime: si consiglia l’arrivo in loco verso le 8, per poter cominciare in orario), sabato 25 gennaio, presso l'Istituto Sant'Orsola in via Livorno 50/a.
  2. Sabato 25 gennaio 2020 dalle 8:30 alle 9 vi sarà un’introduzione generale alle questioni che verranno affrontate in Assemblea e alle modalità di svolgimento di questo primo week-end del Master Roosevelt in Scienze della Polis.
  3. Sabato 25 gennaio 2020 dalle 9 alle 13 vi saranno le prime 4 ore di svolgimento del Master, nel corso del quale i vari Docenti presenti introdurranno metodologie e contenuti dei moduli di insegnamento offerti durante l’anno accademico 2020. Saranno ammessi a questi lavori del Master solo gli iscritti, i Docenti e i membri del Rettorato.
  4. Sabato 25 gennaio 2020 dalle 14:30 alle 20:30 (dopo la pausa pranzo dalle 13 alle 14:30) avrà svolgimento, in 6 ore, l’Assemblea Generale del Movimento Roosevelt.


Avranno accesso a tale riunione solo coloro che risultino in regola con l’iscrizione annuale al MR. Potranno votare su qualsivoglia questione suscettibile di deliberazione soltanto i soci fisicamente presenti in Assemblea e in regola con l’iscrizione annuale. Non sarà ammesso il voto per delega. In effetti, i soci presenti verranno considerati come i “parlamentari” del Movimento Roosevelt, titolati pertanto a rappresentare tutti gli altri membri della comunità rooseveltiana e a deliberare a loro nome e per loro conto.

5) - Le questioni affrontate in Assemblea Generale saranno elencate minuziosamente in un Ordine dei Lavori che sarà a breve reso pubblico e notificato a tutti i soci. Fra queste, le eventuali proposte di Riforma dello Statuto che dovessero pervenire alla Presidenza MR entro e non oltre la giornata di venerdì 24 gennaio 2020; la discussione di alcune istanze avanzate da membri della Dirigenza MR; la proposta, avanzata dal Vicepresidente MR Daniele Cavaleiro, di istituire delle Associazioni rooseveltiane locali (giuridicamente autonome, ma dipendenti in ogni caso dal Movimento Roosevelt generale); l’avvio della sottoscrizione di quote sociali per due società rooseveltiane: la RHC srl, con sede in Italia e la RKP limited (ltd), con sede nel Regno Unito (si tratta di due società a responsabilità limitata passibili di essere successivamente trasformate in società per azioni e di essere un giorno quotate in borsa); la presentazione dei primi risultati (a breve resi pubblici) del Progetto Rooseveltpedia, già implementato dal suo Curatore, Sergio Magaldi (Consigliere di Presidenza e Segretario del Dipartimento Cultura e Spettacolo MR); tutta una serie di innovazioni del funzionamento del MR contenute nella specifica e unica proposta di Riforma dello Statuto sin qui depositata presso la Presidenza (altre possono essere presentate entro e non oltre venerdì 24 gennaio) e che verrà illustrata già in questi giorni all’attenzione dei soci. Non avrà invece luogo l’elezione del nuovo Presidente del Movimento giacché il Presidente “uscente”, Gioele Magaldi, in assenza di contendenti alla carica e per una serie di valutazioni personali, non intende ricandidarsi. Gioele Magaldi, semmai, intende sostenere il progetto di Riforma dello Statuto sin qui pervenuto, che assegna ad un nuovo tipo di Consiglio di Presidenza la gestione collegiale dei compiti sin qui assunti da un Presidente “monocratico” e che presenta alcune altre sostanziali innovazioni (sempre di tipo pluralistico e radicalmente democratico, ricco di pesi e contrappesi) nell’articolazione gerarchica dei vari organi del MR.

6) - Domenica 26 gennaio 2020, dalle 9 alle 13 e dalle 14:30 alle 20:30 (dopo la pausa pranzo dalle 13 alle 14:30) vi saranno altre 4+6=10 ore complessive di svolgimento del Master, nel corso del quale i vari Docenti presenti introdurranno metodologie e contenuti dei moduli di insegnamento offerti durante l’anno accademico 2020. Saranno ammessi a questi lavori del Master solo gli iscritti, i Docenti e i membri del Rettorato.

Seguiranno, nelle prossime ore e nei prossimi giorni, molti comunicati e video illustrativi tanto dell’Ordine del Giorno dell’Assemblea Generale del 25 gennaio che di tutto ciò che riguarda e riguarderà il Master Roosevelt in Scienze della Polis.

Assemblea Generale e Master Roosevelt in Scienze della Polis si svolgeranno presso l’Istituto Sant’Orsola di Via Livorno 50/a (zona Piazza Bologna), Roma.

Arrivederci a Roma sabato 25 gennaio 2020, a partire dalle ore 8:30, presso l'Istituto Sant'Orsola in via Livorno 50/a.

E per chi, venendo da fuori Roma, desiderasse pernottare (dalla sera di venerdì 24 gennaio o la sera stessa del 25 o anche più giorni, per una breve vacanza romana prima di ripartire) nella stessa struttura dell'Istituto Sant'Orsola che ospiterà la due giorni rooseveltiana del 25-26 gennaio, sarà possibile prenotare (a prezzi decisamente competitivi) delle camere, telefonando al seguente recapito telefonico +39.0644241344.

Il pernottamento in camera singola con bagno - internet – TV, costa € 40,00 + tassa di soggiorno del Comune di Roma.

Il pernottamento in camera doppia con bagno - internet – TV costa € 70,00 + tassa di soggiorno del Comune di Roma.

Arrivare all'Istituto Sant'Orsola di via Livorno 50/a, in zona Piazza Bologna (non lontano dalla Stazione Termini) è molto semplice anche in metropolitana, prendendo la Metro B1 da Tiburtina in direzione Laurentina o la Metro B3 da Termini in direzione Jonio-Rebibbia.

PRESIDENZA MOVIMENTO ROOSEVELT (www.movimentoroosevelt.com )

( Articolo del 16 gennaio 2020 )

Salotto Rooseveltiano "Venti di guerra USA-Iran"

Salotto-Rooseveltiano-3-Iran_d1cd0.jpg

La sezione MR "William Beveridge" di Londra è lieta di presentare un nuovo:

Salotto Rooseveltiano
"VENTI DI GUERRA USA - IRAN. Cosa è successo veramente e cosa accadrà?"

-

Dopo la pausa festiva, il nuovo anno inizia in modo esplosivo, con gravi e violenti episodi che hanno riempito i notiziari, iniettando una nuova ondata di energia nella crisi di lunga data tra gli Stati Uniti e l'IRAN.

Mentre, come di consueto, l'opinione pubblica, guidata dai mezzi di comunicazione mainstream, si polarizza a difesa di una o dell'altra fazione, il Movimento Roosevelt si impegna a voler fornire un'analisi sapiente e limpida dell'accaduto, scevra di pregiudizi ed attenta alla verità dei fatti passati e presenti.

Riproponiamo quindi il format, ormai di successo, del Salotto Rooseveltiano per affrontare anche questo interessante ed attualissimo tema, con un pannello di ospiti d'eccezione che saranno collegati live via web da varie parti dell'Italia e d'Europa.

Saranno collegati con noi Gioele Magaldi (Presidente del MR), Roberto Hechich (Direttore del Dipartimento di Geopolitica MR), Roberto Tomaiuolo (Consigliere di Presidenza ed ex Segretario del Dipartimento Difesa MR) ed Edoardo Vaccaretti (Dip. Geopolitica MR - Responsabile per il Medio Oriente). Modera da Londra Marco Moiso (Vicepresidente MR e Supervisore del Regno Unito).

Invitiamo i soci e gli amici del MR di Londra a raggiungerci dal vivo, presso la sede INCA CGIL Regno Unito, per partecipare attivamente al dibattito, che inizierà a partire dalle 19:15 ora locale.

La diretta dell'evento sarà inoltre trasmessa in streaming sul Canale Youtube "Movimento Roosevelt - Canale Ufficiale" e sulla Pagina Facebook "Movimento Roosevelt" a partire dalle 20:15, ora italiana.

A presto e saluti rooseveltiani!

-

Giovedì 16 Gennaio 2020
alle 19:15 (ora UK)/ 20:15 (ora IT).

INCA CGIL - Italian Advice Centre
124 Canonbury Road, London N1 2UT

+

Canale Youtube "Movimento Roosevelt - Canale Ufficiale" al link https://www.youtube.com/channel/UCSAKO81S2M4XBHMU6erlGIQ .
Link diretto al video https://www.youtube.com/watch?v=ji1A-gKarwo

Pagina Facebook "Movimento Roosevelt" al link https://www.facebook.com/movimentoroosevelt/

Magaldi: giu' la maschera, la vera battaglia e' per la democrazia e oppone progressisti e reazionari persino all'interno della Cia e del Mossad

Il presidente del Movimento Roosevelt: in Medio Oriente, paesi senza democrazia sono stati aggrediti da finti democratici, supermassoni che si erano impossessati degli Usa

 

Il confronto tra amici e nemici della democrazia attraversa tutto il mondo, inclusi apparati di intelligence come la Cia e il Mossad israeliano. Lo afferma Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt ed esponente dei circuiti massonici progressisti internazionali. Autore del saggio "Massoni" (Chiarelettere, 2014) e gran maestro del Grande Oriente Democratico, Magaldi ridimensiona la portata della crisi Usa-Iran e riconduce l'omicidio del generale Qasem Soleimani a un ruvido episodio, quasi fisiologico, da inquadrare nella guerra geopolitica che oppone gli Usa alla repubblica islamica sciita. Comunque - aggiunge - se il "falco" Soleimani era considerato un ostacolo, «Trump ha fatto bene i suoi calcoli, nel volerlo eliminare, visto che la sua uccisione non ha affatto dato luogo a reazioni così pericolose da parte di Teheran: al netto della sanguinosa strage accidentale di civili commessa abbattendo un volo di linea, parla da sola l'estrema cautela mostrata da Russia e Cina».

Leggi tutto...

Cosa direbbe un premio Nobel per la pace sul pacifismo?

elie-wiesel_b6838.jpg

Durante la scorsa puntata di Massoneria on Air, con Fabio Fabretti, Gioele Magaldi e Paolo Franceschetti, abbiamo parlato di quello che sta avvenendo in Iran e dell’uccisione di Soleimani.

Diversamente da quanto già discusso dai media main stream e anche da Gioele Magaldi su Gioele Magaldi Racconta, Paolo Franceschetti ha voluto intelligentemente impostare l’argomento sul piano spirituale.

Cosa significa essere pacifisti? È giusto porgere sempre l’altra guancia? O il debole ha diritto a difendersi dall’oppressore anche con l’uso della forza?

Abbiamo provato a rispondere a queste domande, con tre punti di vista diversi. Vi invito a seguire la puntata perché è stata davvero interessante.

Nel frattempo, ho trovato una frase che volevo condividere di Elie Wiesel: premio Nobel per la pace (1986), è stato uno scrittore, giornalista, saggista, attivista per i diritti umani… e superstite dell’olocausto.

 
We must always take sides. Neutrality helps the oppressor, never the victim. Silence encourages the tormentor, never the tormented.

Dobbiamo sempre scegliere da che parte stare. La neutralità aiuta loppressore, non la vittima. Il silenzio aiuta chi tormenta, non i tormentati.





Marco Moiso
Vicepresidente del Movimento Roosevelt
Supervisore per il Regno Unito

Salvini, supporta le idee non gli schieramenti politici a prescindere!

Matteo Salvini sbaglia profondissimamente. La sua è una esultanza che dimostra che il leader della Lega non abbia bene a mente le priorità di questo momento storico: non sembra avere chiaro che questa dis-Unione Europea possa essere qualcosa di diverso, non sembra avere chiaro che per combattere il neoliberismo su scala globale abbiamo bisogno di una Europa politica, non sembra avere chiaro che Brexit è un attacco allo stato sociale britannico perpetuato da interessi privati, e non sembra avere chiaro che le divisioni dx e sx sono oggi incongrue. Molti di quelli che oggi supportano Salvini in Italia per motivi economici (e la sua vocazione keynesiana) erano CONTRO Boris Johnson.
Sono deluso da un Salvini che - forse - non sta studiando abbastanza. Viene da domandarsi sulla sincerità di Salvini nella lotta al neoliberismo, se questo è il tifo che fa...

www.liberoquotidiano.it/news/politica/13543674/matteo-salvini-boris-johnson-sinistra-sconfitta-twitter.html
 

Marco Moiso
Vicepresidente del Movimento Roosevelt

Un Salvini quasi rooseveltiano

Salvini ha trasformato la Lega da partito regionale a partito nazionale. Salvini ha trasformato la Lega da partito liberista a partito keynesiano. Salvini ha anche dimostrato (attirandosi diverse critiche) di non essere un politico che vuole "insegnare" alle persone a distinguere tra quello che è giusto e quello che è ingiusto. Salvini piuttosto si è calato tra le persone ed è sembrato ascoltarne i bisogni mettendo la politica sopra la finanza e l’economia. Farsi voce delle esigenze della collettività  dovrebbe essere un merito, non un demerito; ma la sedicente sinistra sembra averlo scordato. In effetti, per quanto riguarda le politiche economiche e sociali, Salvini sembra molto più “progressista” (volto a garantire opportunità , libertà  e giustizia sociale con un approccio social-liberale e keynesiano) di quanto non lo siano gli esponenti dei partiti sedicenti progressisti, che sono invece sempre più elitari e dipendenti dai dictat di questa dis-Unione Europa a guida finanziaria.

Ed è proprio riguardo l’Europa che c’è da fare un plauso all’ulteriore evoluzione di Salvini. Se infatti Salvini deve ancora portare la Lega a maturare posizioni più moderne per quello che concerne i diritti civili, riguardo l’Europa Salvini sembra aver finalmente maturato delle posizioni davvero avanguardistiche, condividendo ciò che il Movimento Roosevelt sostiene da anni.

Certo che questa dis-Unione Europea, tecnocratica, antidemocratica e a guida finanziaria va combattuta. Ma l’Europa dei popoli è una idea che può ancora essere realizzata. L’Europa dei popoli - democratica, sovrana, socialmente giusta e libertaria - è necessaria per combattere il neoliberismo e le èlites finanziarie su scala globale. 

Finalmente ieri sera abbiamo sentito Salvini dire chiaramente che sono gli attuali governanti europei ad avere tradito la missione originaria dell’Europa e che gli anti-europeisti sono coloro che la stanno portando ad essere semplicemente una costruzione economico-finanziaria senza anima e senza radici.

Non era Gioele Magaldi a parlare. Non era nemmeno Marco Moiso. Non era nessuno del Movimento Roosevelt: a parlare era Matteo Salvini. Chissà che alcuni insegnamenti non stiano dando i loro frutti. 

(Link al video)

I Salviniani che leggono questo post sarebbero felici di vederlo finire qui. Ma io non sono salviniano, sono un progressista social-liberale e radicalmente democratico, che oggi vede in Salvini alcune interessanti potenzialità (ancora non concretizzate). Non posso quindi né sorvolare sulla questione dei diritti civili, che trattiene la Lega dal compiere una evoluzione completa, né sorvolare sulla questione religiosa impropriamente accostata alla politica. Salvini, infatti, ha continuato la conferenza stampa dicendo che bisogna rivendicare le origini giudaico-cristiane dell’Europa. Eh no, Matteo! Anche su questo devi fare uno sforzo. Le idee di democrazia, libertà e giustizia sociale che l’Europa dei Popoli dovrebbe difendere non derivano dalla tradizione giudaico-cristiana tout-court, che invece si è anche macchiata di oscurantismo, persecuzioni e roghi. Le origine dell’Europa moderna, quella che l’hanno resa il luogo al mondo in cui maggiormente si sono tutelati gli interessi della collettività, hanno origine solo in determinati segmenti della tradizione cristiana ed ebraica ma sopratutto poggiano le loro radici nelle correnti laiche, social-liberali, democratiche, illuministiche e latomistiche che hanno combattuto e sconfitto l’Ancien Régime in Europa e nel mondo. Le origini dell’Europa moderna sono quindi ben altre e, a tal riguardo, consiglieremmo a Salvini anche la lettura del bel saggio di Luciano Pellicani, Le Radici Pagane dell’Europa, Rubettino Editore. 

Insomma, oggi Salvini è - nei fatti - l’unico a parlare in Italia di democrazia, diritti economici e sociali in termini interessanti. Speriamo però che sappia riconoscere da dove provengono e che sappia ammettere che i diritti dell’uomo sono incompiuti senza i diritti civili.

Marco Moiso
Vicepresidente del Movimento Roosevelt

Assemblea Lombardia MR Sabato 23 novembre a Milano con Magaldi e Galloni in visita

Assemblea Lombardia MR Sabato 23 novembre a Milano con Magaldi e Galloni in visita

 

 

Come anticipato in

https://www.youtube.com/watch?v=KZaucOw9QY4&feature=emb_logo

la Presidenza MR, di concerto con il Commissario regionale (nonché Consigliere di Presidenza) MR Lombardia Gianfranco Pecoraro/Carpeoro, convoca per Sabato 23 novembre 2019 a Milano, a partire dalle ore 19, in location che sarà comunicata a breve, una Assemblea Lombardia MR.

Saranno presenti a tale riunione anche il Presidente MR Gioele Magaldi e il Vicepresidente Nino Galloni.

La riunione è aperta non solo ai rooseveltiani lombardi ma anche a soci MR di altri territori e a cittadini non ancora tesserati, ma interessati a far parte della comunità rooseveltiana e a partecipare al dibattito previsto su "Sovranismo, Elitarismo o Democrazia?”
In effetti, coloro che intendano dare un contributo ad un reale cambiamento della società italiana ed europea e farsi carico di una ulteriore crescita e armonizzazione del territorio lombardo e milanese nel suo complesso, si uniscano a noi del Movimento Roosevelt, si iscrivano a questo originale Metapartito e condividano cosi fattivamente i nostri valori, i nostri obiettivi e le nostre iniziative civili e politico-culturali.

L'ordine del giorno dei lavori sarà il seguente:

  1. relazione del Commissario Lombardia MR Gianfranco Pecoraro (Carpeoro) e di altri Dirigenti regionali sullo stato dell'arte della riorganizzazione del MR in Lombardia;
  2. designazione dei curatori del Blog regionale MR e dei social media collegati e individuazione dei contenuti comunicativi prioritari da rilanciare a livello politico-culturale in Lombardia;
  3. dibattito e confronto interno sul tema "Sovranismo, Elitarismo o Democrazia?” e prima definizione organizzativa di un Evento politico-culturale (di nuovo col patrocinio e la collaborazione del Comune di Milano) che possa costituire il seguito dell'iniziativa svoltasi con successo lo scorso 3 maggio 2019 intitolato "Nel segno di Olof Palme, Carlo Rosselli, Thomas Sankara e contro la crisi globale della democrazia";
  4. illustrazione definitiva dello svolgimento del "Master Roosevelt in Scienze della Polis" nella sede di Milano (l'altra sarà Roma). Sul punto, vedi:

https://www.youtube.com/watch?v=xQ4SlU8SsTA&feature=youtu.be&fbclid=IwAR2aPPDsY2b9h5JIjYJ2kyI5Y7M6BRXj0_a7G0Kb47bO8DnTb10bH2-EGIk

  1. varie ed eventuali.

    Leggi tutto...

Claudio Testa Nuovo Commissario MR Lazio

Claudio Testa Nuovo Commissario MR Lazio

 

 Si comunica che Venerdì 9 Novembre 2019 a Roma, Gioele Magaldi ha nominato Claudio Testa per il ruolo di Commissario MR Lazio. Auguriamo a Claudio un buon lavoro.
C’è molto da fare e sappiamo che Claudio è uomo concreto e d’azione.


https://youtu.be/jEzWKYEwNzY

Riunione MR Lombardia del 23 Novembre 2019

 Riunione MR Lombardia del 23 Novembre 2019 


A sorpresa, Nino Galloni parteciperà alla riunione del gruppo MR Lombardia che si terrà il 23 Novembre a Milano dalle ore 19:00 alle ore 21:00. Siete tutti invitati.

 

 

https://youtu.be/KZaucOw9QY4

Mario Draghi al Quirinale? Speriamo. Qualunque cosa faccia, servirebbe alla causa.

Mario Draghi al Quirinale? Speriamo. Qualunque cosa faccia, servirebbe alla causa.

In questo video spiego perché ci sarebbe da rallegrarsi qualora Mario Draghi dovesse essere eletto a Presidente della Repubblica. 

https://www.facebook.com/marco.moiso/videos/10221047950930353/


Master Roosevelt in Scienze della Polis

 

Master Roosevelt in Scienze della Polis

 

Siamo finalmente pronti a partire con il Master in Scienze della Polis del Movimento Roosevelt: un corso dalla qualità inedita che darà ai partecipanti tutti gli strumenti necessari per comprendere e lavorare sulla cosa pubblica.


https://youtu.be/xQ4SlU8SsTA

caste 41d5c

Rooseveltpedia: la nuova piattaforma enciclopedica

Rooseveltpedia: la nuova piattaforma enciclopedica



C'è bisogno di una piattaforma enciclopedica che racconti anche quella parte di storia, e quelle realtà, che il mainstream, incluso Wikipedia, si rifiuta di coprire.

Rooseveltpedia sarà esattamente questo: un luogo di in cui scrivere le parti della storia finora rimaste in ombra.


https://youtu.be/rzvXuMIc21I

 libri 77d0b