News dal Dipartimento Beni Culturali

Chiara Lanzi - Tre priorità per una politica culturale

Chiara Lanzi – Dipartimento cultura MR

TRE PRIORITA’  PER UNA POLITICA CULTURALE

 

MAGGIORI INVESTIMENTI IN CULTURA

Le statistiche concordano nel segnalare l’Italia come fanalino di coda in Europa per percentuale di spesa in cultura (e anche in istruzione!); a fronte di ciò, abbonda la retorica – strumentale e priva di fondamento – che vuole l’Italia in vetta, tra i paesi del mondo, per abbondanza di beni culturali.

 

Le future politiche culturali dovranno aumentare considerevolmente gli investimenti in cultura, a cominciare da quelli per la tutela e la gestione del patrimonio, per poi passare agli incentivi alla produzione d’arte contemporanea e, più in generale, allo sviluppo delle attività culturali.

 

Come investire questi soldi? Prima di tutto con un esponenziale aumento delle professionalità (sia a livello statale che a livello locale, attraverso un vero ed efficace dialogo tra Stato e Regioni) soprattutto laddove il patrimonio è più fragile e meno presidiato, ovvero sui territori, anche quelli più marginali e misconosciuti a livello mediatico, ovvero quelli che hanno meno appeal turistico. Cultura e turismo – sia detto per inciso e al di là dell’attuale congiuntura politico-amministrativa che ha traghettato il settore turistico dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo - non debbono infatti essere considerati tappe parallele di un percorso: il turismo è troppo invischiato in questioni economiciste e, oggi come oggi, con la sua massificazione scriteriata spesso fa male al patrimonio e alla comunità; mentre la cultura deve essere la “base sicura” nella formazione di cittadini integri (quindi prima è necessaria una seria “sanificazione” del comparto culturale e poi ci si potrà occupare con efficacia di turismo).

 

Le ultime tendenze politiche hanno invece marciato in senso opposto, dando attenzione e risorse ai grandi musei a scapito dei piccoli musei e del patrimonio diffuso sui territori; concentrando ulteriormente il turismo di massa su poche tappe culturali e perdendo di vista l’obiettivo della formazione del senso civico; favorendo lo sviluppo di eventi culturali a danno della cura e tutela costante del patrimonio e dei suoi legami – sanciti dall’art. 9 della Costituzione italiana – con il paesaggio, anch’esso condannato dall’assenza di piani paesaggistici di tutela, salvaguardia, riqualificazione (si potrebbe anche valutare, tornando a questioni di competenze e denominazioni ministeriali, di ritornare a un accorpamento tra Beni Culturali e Ambientali, come quando nel 1974 il Ministero fu istituito da Giovanni Spadolini).

 

I compiti principali che tali professionalità dovranno da subito accollarsi corrispondono a obiettivi fondamentali (come tali da sempre avvertiti, anche prima della nascita del Ministero), ovvero la catalogazione dell’immenso patrimonio culturale italiano (attraverso un uso calibrato delle tecnologie digitali che potrebbero anche aprire a nuove più illuminate prospettive in campo turistico) e azioni di conservazione preventiva, smettendola di sventolare i restauri come eventi ben spendibili dai media (mentre si tratta di operazioni estreme, messe in atto quando ormai il paziente – l’opera d’arte - ha una patologia grave e conclamata che doveva essere evitata con cure preventive).

Leggi tutto...

MEDITAZIONE BREVE SULLA CONDIZIONE GIOVANILE E LA FORMAZIONE DELLA CLASSE DIRIGENTE

di OTTAVIO PLINI

MEDITAZIONE BREVE SULLA CONDIZIONE GIOVANILE E LA FORMAZIONE DELLA CLASSE DIRIGENTEIl Movimento Roosevelt, in base al principio del diritto alla piena occupazione quale diritto da inserire perfino in Costituzione, poco approva, credo di poter dire, un certo atteggiamento, una certa moda, sarebbe a dire ciò che consiste nel parcheggiare giovani nelle università, in particolar modo quelle umanistiche, per non doverli considerare nelle statistiche inerenti alla disoccupazione, per poi lasciarli senza una strada innanzi.

Leggi tutto...

IL LINGUAGGIO DEL FUMETTO

IL LINGUAGGIO DEL FUMETTO
Il Dipartimento Cultura del Movimento Roosevelt vuole con il post che segue rendere omaggio ad un’arte considerata “minore” nel panorama culturale contemporaneo. Come sottolinea l’autore, si tratta per ora di un’introduzione al Genere – per quanto bene articolata e ricca di suggestioni – nell’intento di stimolare il dibattito e nella prospettiva di ulteriori riflessioni e approfondimenti.

Leggi tutto...

RAGIONE E PROGRESSO: suggestioni filosofiche e misteriosofiche

 RAGIONE E PROGRESSO

 Il Movimento Roosevelt si caratterizza per l’impegno dei suoi militanti al servizio della democrazia e del progresso. Con l’articolo che segue, a firma di Ottavio Plini e Pietro Esposito, il Dipartimento Cultura del MR lancia - per il dibattito interno ed esterno - la questione della ragione e del progresso, alla luce delle suggestioni di carattere psicologico, filosofico e misteriosofico che tale tema è in grado di suscitare.

Leggi tutto...

I Creativi Culturali e l'unione dei dissidenti

i creativi culturail grande 17a44Dal giorno 11 al 17 luglio 2016, a Trevi (PG) si è tenuta una settimana-evento, organizzata dai professori Mauro Scardovelli (con la sua associazione Aleph) e Marco Guzzi (con la sua associazione Darsi Pace): un convegno dal titolo “L'Insurrezione Della Nuova Umanità”, dedicato all'analisi dal punto di vista psicologico, sociale ed economico della situazione attuale della società contemporanea e allo sviluppo di possibili soluzioni concrete alle molte criticità che sono state sollevate, circa il presente in cui viviamo e naturalmente, in previsione dell'immediato futuro.Questa intensa settimana di lavoro e di confronto, anche serale, ha visto la partecipazione di molti relatori, tra cui cito, tra gli altri, il prof. Nino Galloni, il sociologo Enrico Cheli, il filosofo Roberto Mancini, la dottoressa Giuliana Mieli, l'avvocato Marco Mori e in collegamento dall'Australia, l'antropologa Helena Norberg Hodge, etc.

Leggi tutto...

MASSONERIA ON AIR: una trasmissione radiofonica curata in tandem da Gioele Magaldi e Davide Gramiccioli ogni lunedì dalle 12 alle 13 su COLORS RADIO......

..........per ragionare ogni settimana dei più importanti fatti politici, economici e di attualità, società e cultura.

Riallacciandoci a quanto presentato/contestualizzato in

Intervista radiofonica di Gioele Magaldi su attualità, politica e trame del potere nazionale e internazionale ,

Leggi tutto...

Meditazioni intorno a temi musicali e spirituali – Preludio

Clara Shumann on Liszt 49862

La Redazione Cultura del Movimento Roosevelt ed il sottoscritto intendono prima di tutto rendere omaggio a Robert Schumann (1810-1856) e a Franz (Ferenc) Liszt (1811-1886), di cui ricorrono rispettivamente i 160 e 130 anni dalla morte. Ambedue compositori eccentrici, tormentati e geniali

Leggi tutto...

I LAVORI DELLA COMMISSIONE CULTURA DEL MOVIMENTO ROOSEVELT

MRLogo200x200VERBALE DI RIUNIONE A cura di Mirko Bonini e Ottavio Plini (ESTRATTO)


In data 31/1/2016 si è tenuta presso lo studio di via Giovanni Meli 18, Milano, la seconda riunione ufficiale della Commissione Cultura, Arte e Spettacolo.
Sono presenti (in ordine alfabetico) i soci fondatori Mirko Bonini, Paolo Falb, Mario Mariani, Paolo Mosca, Ottavio Plini, oltre ad Alessandra Bosco che manifesta il proprio interesse ad entrare nella Commissione Cultura, e la sua richiesta è unanimemente accolta.

Leggi tutto...

Risorgimento, Massoneria, Giuseppe Garibaldi, il culturame anti-risorgimentale, anti-massonico, anti-garibaldino e anti-sionista mutuato dalla peggiore letteratura e webgrafia complottista ed altro ancora

Poche settimane fa, Gioele Magaldi, Presidente del Movimento Roosevelt (www.movimentoroosevelt.com) e Gran Maestro di Grande Oriente Democratico (www.grandeoriente-democratico.com), lanciava una “sfida” sul social network Facebook per cercare di aggregare e limitare le “distanze” (in primis quelle culturali) tra massoni e non massoni attraverso la divulgazione delle conoscenze ed altro ancora.
La “sfida” di Gioele Magaldi sul social network Facebook ha un nome molto forte (considerando il tema in questione): “Massoneria Democratica”.

Leggi tutto...

Apprendiamo di una pubblicazione editoriale del rooseveltiano Vincenzo Bellisario: “Italia Indipendente e Nuova Norimberga?”…

Copertina Fronte 5276e

Il rooseveltiano Vincenzo Bellisario lancia sulla sua Pagina Facebook l’opera “Italia Indipendente e Nuova Norimberga?” attraverso la generica presentazione che segue.

Leggi tutto...

I figli della Valle dei Templi dalle tragedie greche all’opera dei pupi

MRLogo200x200In Sicilia, nei teatri di pietra, fin dai tempi in cui nell'Europa del Nord la percentuale degli abitanti era dello zero virgola qualcosina, grazie alle tragedie greche si disquisiva sulla qualità della vita.

Oggi a Cannes il festival del cinema, in Sicilia l'opera dei pupi.

Leggi tutto...