News dal Direttorio generale

Lettera post elezioni al Manifesto di Londra

Londra, 18.03.18


Buona sera a tutti, 

Purtroppo, per motivi di lavoro, questa sera non posso essere con voi

Ringrazio Andrea per avere accettato di leggere questo mio breve messaggio.

Vi scrivo, nonostante io ed il Movimento Roosevelt abbiamo deciso di non sottoscrivere il Manifesto di Londra, dopo averci lavorato, perché ritengo che questo progetto, nelle origini, abbia rappresentato, e possa rappresentare, una grande innovazione per la politica italiana- l’innovazione di cui abbiamo bisogno.

Nel Giugno del 2017 parlavo con Andrea del bisogno di riunire le forze progressiste del Paese, andando oltre le particolaritá di movimenti e partiti, e di organizzare una formazione che potesse davvero dichiarare guerra aperta al neoliberismo, rivolgendosi a tutta la nazione. 

É di questo che abbiamo ancora bisogno; rivolgerci e farci capire alla nazione.

Leggi tutto...

Elezioni, politica e "credibilità"

trust me a9b5e Stiamo attendendo ancora la chiusura degli ultimi seggi, ma l’insegnamento di questa tornata elettorale è chiaro: le persone sono stufe dell’austerity e di partiti politici che organizzano la loro azione all’interno di paradigmi economici neoliberisti, invece che nell’interesse del loro elettorato.

Questa tornata elettorale ci insegna che, nella coscienza del popolo italiano, non hanno credibilità i partiti che “conoscono i numeri” e rispettano i dogmi neoliberisti, ma i partiti che danno l’impressione di voler rappresentare e tutelare gli interessi del Popolo Sovrano. Gli Italiani collegano la credibilità alle intenzioni prima ancora che alle ricette politiche.

Questo è il ragionamento che propongo: ha “vinto” chi, aldilà di numeri, dati economici e capacità politiche, é riuscito a far credere che avrebbe lavoraro nell’interesse della collettività.

Leggi tutto...

Il Movimento Roosevelt corre a fianco del candidato Pino Cabras

A nome del Movimento Roosevelt da lui presieduto, Gioele Magaldi ha più volte ribadito nelle più svariate sedi che il Movimento da lui co-fondato alle prossime elezioni non parteciperà in prima persona all’agone elettorale né tantomeno si spenderà per dare il proprio sostegno a nessun partito e movimento, a nessuna coalizione in competizione. Inoltre, supportato dalla base del Movimento, si è fatto latore di una mozione, a tratti provocatoria ma dalle solide fondamenta, presso tutti quegli elettori scontenti dell’attuale offerta politica e che vogliono dare voce al proprio dissenso: recarsi alle urne il 4 marzo e votare scheda bianca o annullare la scheda, oppure astenersi del tutto dal voto restandosene a casa.

Leggi tutto...

Il Movimento Roosevelt corre a fianco del candidato Felice Besostri

Come sin qui espresso più volte il Movimento Roosevelt non parteciperà in prima persona alle prossime elezioni politiche e non darà il proprio appoggio a nessun partito e movimento, a nessuna coalizione. Anzi, per voce del presidente Giole Magaldi, il Movimento Roosevelt ha ribadito la sua posizione: per esprimere il proprio dissenso verso l’attuale offerta politica invita gli elettori a votare scheda bianca, ad annullare la scheda elettorale o ad astenersi dal voto non recandosi proprio ai seggi.

Leggi tutto...

Il Movimento Roosevelt : libero, indipendente, metapartitico, non massonico né paramassonico

 

In vista delle elezioni politiche del 2018, ci teniamo a ribadire che il Movimento Roosevelt è un movimento politico metapartitico libero ed indipendente.
Sottolineiamo, per l’ennesima volta, che il nostro movimento non è massonico, nè para-massonico.

Leggi tutto...

Metapartito: la fine del "divide et impera"



Dopo aver dato l’appoggio a tre candidati di tre partiti diversi nella circoscrizione Estero Europa, è stata una soddisfazione ricevere cosi tanti messaggi di interessamento.

Molti elettori sono ormai aperti ad abbracciare l’approccio meta-partitico, volto a riunire persone di spiccata identità progressista e pronte ad abbracciare i valori, principi ed obiettivi a noi cari, nonostante evidenti differenze strategiche.

Leggi tutto...

Ripartiamo dalle persone


All’incontro con i candidati della circoscrizione Estero, ripartizione Europa, sapevamo che ci sarebbero stati molti giovani e volevamo parlare con loro di lavoro e futuro; volevamo parlare della differenza tra liberalismo sociale e neoliberismo e di come i dogmi economici di quest’ultimo stiano lacerando la società.
Volevamo parlare dell’urgenza e della necessità di ristabilire la primazia della politica sull’economia, e di concetti come sovranità politica e monetaria, concetti che in passato sono stati declinati a livello nazionale, ma che oggi vanno abbracciati e declinati ad un livello federativo.

Leggi tutto...

Il Movimento Roosevelt incontra i candidati alle prossime elezioni politiche

img evento MR UK 2 8090f
In vista delle imminenti Elezioni Politiche del prossimo 4 marzo, la Sezione “Regno Unito - William Beveridge” del Movimento Roosevelt è orgogliosa di annunciare che modererà un importante dibattito dal titolo “Incontro con i candidati alla Circoscrizione Estera” che vedrà i candidati dei maggiori partiti politici italiani alla circoscrizione Estero, ripartizione Europa, nel più puro spirito democratico, presentarsi all’elettorato e confrontarsi sulle tematiche più disparate. L’evento si terrà questo venerdì 9 febbraio, a partire dalle ore 18:45, presso il Main Hall del Dragon Hall Trust nella centralissima Covent Garden (17 Stukeley Street, London, WC2B 5LT, United Kingdom).

Leggi tutto...

Birmingham talks Brexit

img Birmingham talks Brexit e14b6
On Saturday, 27th January 2018, the Roosevelt Movement UK will be presenting, at the Welcome Café in Erdington, the book – from an idea by Elena Remigi – that everyone is talking about, titled “In Limbo: Brexit Testimonies from EU citizens in the UK”.

Leggi tutto...

Risposta a Bracalini ed al Giornale

Diversi da quello che c’è, quello di cui c’é bisogno

Oggi ho avuto il piacere di leggere un articolo di Paolo Bracalini, sul Giornale, riguardo l’evento organizzato dal Movimento Roosevelt per il 4 Novembre alle ore 9.00 presso il Teatro Anfitrione in Via San Saba a Roma. Questo sará un evento importante in quanto cercherá di mettere insieme persone che provengono da percorsi politici diversi -con vedute sulla Costituzione diverse- per dibattere dell’opportunitá, o meno, di modificare la Costituzione per rinforzarne i principi fondativi, spesso disattesi da leggi che non sono state in grado di realizzarne la visione.

Leggi tutto...