News da tutti i dipartimenti

Magaldi: Conte si prepari alla strigliata di Mike Pompeo, che non ha esitato a rivolgere severe critiche al Papa per i favori concessi alla Cina

Il presidente del Movimento Roosevelt: al nostro primo ministro, il Segretario di Stato americano rinfaccerà le condizioni pietose dell'economia italiana messa in ginocchio dal lockdown "cinese". Alla frusta una classe politica di cialtroni: ci fanno perdere tempo e denaro sulla riduzione dei parlamentari anziché impegnarsi per una seria riforma della Costituzione, che abolisca l'orrore del pareggio di bilancio voluto da Monti e Napolitano

 

 

«Come avevo annunciato, Mike Pompeo non farà sconti a nessuno: apprezzo la franchezza con cui ha già richiamato Papa Bergoglio, via Twitter e in modo ruvido, sull'impegno verso il rispetto dei diritti umani». Gioele Magaldi, massone progressista e presidente del Movimento Roosevelt, nei giorni scorsi aveva annunciato con largo anticipo i toni e i contenuti dell'imminente visita di Pompeo a Roma: «All'establishment politico, Pompeo chiederà di ridimensionare il peso del partito trasversale "cinese", funzionale agli interessi di Pechino, che tanto condiziona l'Italia». Idem il discorso rivolto al Vaticano, che due anni fa concesse al regime cinese la facoltà di designare i vescovi cattolici in Cina. «Squisitamente massonico, da parte di Pompeo - dice Magaldi - l'appello al Papa, laddove il segretario di Stato americano avverte la Chiesa che, cedendo al partito comunista cinese, rischia di compromettere la sua autorità morale in materia di diritti umani. Diritti che un tempo la Chiesa stessa calpestava, ma che oggi dichiara di difendere: come si concilia, questo, con l'amicizia con una brutale dittatura come quella di Pechino?».

Leggi tutto...

Gioele Magaldi: appello a Marco Travaglio e al M5s per non indebolire la democrazia a vantaggio della vera èlite

Magaldi, appello a Travaglio e ai grillini: tornate in voi, votate No ai poteri forti

 

Il presidente del Movimento Roosevelt: sconcerta che a premere per il Sì al referendum siano i 5 Stelle e un grande giornalista come il direttore del "Fatto", quando è notorio che le peggiori oligarchie finanziarie abbiano sempre richiesto il taglio dei parlamentari per indebolire la democrazia a vantaggio dell'élite

 

Alla vigilia del voto del 20-21 settembre, accorato appello di Gioele Magaldi nei confronti dei pentastellati: tornate in voi, ai tempi in cui vi battevate per la democrazia diretta. «Io sono per indire sistematici referendum propositivi e senza quorum, cioè forme di democrazia diretta che integrino in modo efficace la democrazia rappresentativa», premette il presidente del Movimento Roosevelt: «Se credete ancora nei valori di partecipazione in base ai quali nacque il Movimento 5 Stelle - dice Magaldi, rivolgendosi ai grillini - votate No al taglio dei parlamentari, che restringe ulteriormente gli spazi di democrazia, come espressamente richiesto dall'élite neoliberista che ha messo in crisi il pianeta». Stupore, da parte di Magaldi, per la presa di posizione di Marco Travaglio, giornalista di cui pure ha stima: «Come può scrivere che a volere il No siano i "poteri forti", quando è vero esattamente il contrario? La Loggia P2 di Licio Gelli, che era il terminale italiano dei veri poteri forti, nel suo Piano di Rinascita Democratica metteva al primo posto proprio il taglio dei parlamentari».

Leggi tutto...

Mike Pompeo a Roma: un avviso a Governo e Vaticano. Fine della tolleranza verso i filo-cinesi

Magaldi: Mike Pompeo a Roma, avviso a Conte e Bergoglio. Fine della tolleranza verso il partito "cinese" che condiziona Palazzo Chigi e il Vaticano

 
Il presidente del Movimento Roosevelt: il segretario di Stato americano chiederà al governo e al Papa di cambiare rotta, frenando l'influenza degli oligarchi che usano la Cina per imporci un nuovo paradigma, non più democratico, anche col pretesto del Covid

 
«Benvenuto a Mike Pompeo, al "fratello" Mike Pompeo, segretario di Stato americano, che sta venendo in Italia anche a spiegare - al Vaticano e agli ambienti politici - che deve finire, la vicinanza al partito "cinese", trasversale e sovranazionale, che in Italia si è allargato un po' troppo». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt ed esponente del network massonico progressista sovranazionale, usa parole più che esplicite per accogliere nel nostro paese il "ministro degli esteri" statunitense, atteso a Roma nei prossimi giorni. A Pompeo, Magaldi rivolge un benvenuto «sincero e affettuoso», nonché «fraterno», a rimarcare la comune identità massonica. Con questa visita, il braccio destro di Trump «segnerà una soluzione di continuità con tante cose sbagliate, che riguardano anche la politica vaticana verso la Cina ma soprattutto l'infiltrazione del partito "cinese" (orientale e occidentale), che purtroppo ha forti addentellati in diverse, cosiddette democrazie occidentali». Magaldi lo definisce «un partito trasversale che vuole proporci un nuovo paradigma politico-sociale, ed è un partito che va sconfitto: Mike Pompeo - sottolinea Magaldi - verrà a dirlo chiaro e tondo, a tutti i principali rappresentanti della classe dirigente italiana».

Leggi tutto...