News da tutti i dipartimenti

Comunicato stampa Movimento Roosevelt - Magaldi: care Sardine, perchè non vi rivolgete ai veri padroni dell'Italia, quelli che decidono le sorti del paese? Perchè non chiedete un'Europa democratica, e 200 miliardi di investimenti per l'occupazione?

Il presidente del Movimento Roosevelt: requiem per Grillo e Di Maio, e occhi puntati sull'Emilia. Difficile che la Lega vinca. Ma se Salvini cresce, per Conte sono guai

Care Sardine, volete decidervi a dire qualcosa di importante? "Perché non vi rivolgete ai veri padroni delle cose italiane, a quelli che decidono cosa si fa in Italia, invece di polemizzare con questo o quello, come se il problema nostro fosse l'immigrazione, o le eventuali tendenze neofasciste?". Per la cronaca: oggi le frange neofasciste "sono rappresentate da minuscoli raggruppamenti dello 0,0% che non esprimono nemmeno un parlamentare". Secondo Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, "pensare di liquidare la Lega parlando di xenofobia e neofascismo è un'idiozia: la Lega non è né fascista né xenofoba, e il tema dell'immigrazione Salvini l'ha posto in termini democratici". Al movimento delle Sardine, una domanda netta: "Perché non scendete in piazza per chiedere una Costituzione politica europea, gli eurobond e 200 miliardi di investimenti per l'Italia, per rilanciare l'occupazione, fare manutenzione del territorio e riammodernare i trasporti?".

Leggi tutto...

Il Vice-Presidente Marco Moiso sui diritti: non bastano quelli economici, se si trascurano quelli civili.

Diritti sociali ed economici e diritti civili: la risposta del Movimento Roosevelt per bocca del suo Vice-Presidente Marco Moiso.


[Dalla diretta su Fb] In risposta all'articolo in cui invitavo Salvini ad integrare la lotta per i diritti economici e sociali con una lotta per i diritti civili, molte persone mi hanno chiesto quali fossero i diritti civili che si dovrebbero affermare. In questo video parlo di laicità, legalizzazione delle droghe e diritti Gay

P.S. Ci tengo a precisare che nel video, per errore, parlo di Leviatano quando invece intendo fare riferimento al Levitico, libro Biblico nel quale viene stigmatizzata l'omosessialità. (N.B Marco Moiso)

https://www.youtube.com/watch?v=ioQz257YhpM&feature=youtu.be&fbclid=IwAR35wMetGtmXjoMRGKgacQExqp3PvyJ0Zut5iOVq2MieF3EZZ80_z_ld6dQ

Comunicato stampa Movimento Roosevelt - Galloni: il Mes è una follia, se chiede ai cittadini di pagare per lo Stato. Alto tradimento da Conte? Valutino i magistrati. Ma nessuna grande decisione, dal divorzio Tesoro-Bankitalia in poi, è mai passata per il

L'economista, vicepresidente del Movimento Roosevelt: rigore assurdo, vanno aboliti i parametri Ue, pensati solo per un'Europa in crescita. Ma perché l'Italia a Maastricht firmò il tetto del debito al 60% del Pil, quando il debito italiano era già al 115%?

Alto tradimento, da parte di Giuseppe Conte, se ha firmato un accordo segreto sul Mes che espone gli italiani al rischio di dover sostenere di tasca propria l'eventuale "ristrutturazione" del debito pubblico? "Se Conte avesse stipulato un patto segreto contro il suo paese, il reato di alto tradimento dovrebbe essere accertato dai magistrati competenti". Lo afferma l'economista Nino Galloni, vicepresidente del Movimento Roosevelt, richiamando l'allarme lanciato da Paolo Becchi. Per Galloni, "Becchi ha sollevato una questione reale, ma il problema - sottolinea - è dimostrare che questi accordi ci siano stati". In ogni caso, aggiunge, "le grandi decisioni di politica economica, come il divorzio del 1981 tra Tesoro e Bankitalia, non sono mai passate per il Parlamento". Galloni sgombra il campo da un equivoco: non è stata "l'Europa" a mettere nei guai l'Italia. E' stata la classe dirigente italiana a smontare l'industria pubblica e svendere quella privata. "A quel punto, Francia e Germania hanno fatto dell'Italia una colonia a vantaggio dei loro interessi", ma solo dopo la decisione dell'Italia di rinunciare a valorizzare il proprio grande potenziale economico.

Leggi tutto...

Assemblea Lombardia MR Sabato 23 novembre a Milano con Magaldi e Galloni in visita

Assemblea Lombardia MR Sabato 23 novembre a Milano con Magaldi e Galloni in visita

 

 Come anticipato in

https://www.youtube.com/watch?v=KZaucOw9QY4&feature=emb_logo

la Presidenza MR, di concerto con il Commissario regionale (nonché Consigliere di Presidenza) MR Lombardia Gianfranco Pecoraro/Carpeoro, convoca per Sabato 23 novembre 2019 a Milano, a partire dalle ore 19, in location che sarà comunicata a breve, una Assemblea Lombardia MR.

Saranno presenti a tale riunione anche il Presidente MR Gioele Magaldi e il Vicepresidente Nino Galloni.

La riunione è aperta non solo ai rooseveltiani lombardi ma anche a soci MR di altri territori e a cittadini non ancora tesserati, ma interessati a far parte della comunità rooseveltiana e a partecipare al dibattito previsto su "Sovranismo, Elitarismo o Democrazia?”
In effetti, coloro che intendano dare un contributo ad un reale cambiamento della società italiana ed europea e farsi carico di una ulteriore crescita e armonizzazione del territorio lombardo e milanese nel suo complesso, si uniscano a noi del Movimento Roosevelt, si iscrivano a questo originale Metapartito e condividano cosi fattivamente i nostri valori, i nostri obiettivi e le nostre iniziative civili e politico-culturali.

L'ordine del giorno dei lavori sarà il seguente:

  1. relazione del Commissario Lombardia MR Gianfranco Pecoraro (Carpeoro) e di altri Dirigenti regionali sullo stato dell'arte della riorganizzazione del MR in Lombardia;
  2. designazione dei curatori del Blog regionale MR e dei social media collegati e individuazione dei contenuti comunicativi prioritari da rilanciare a livello politico-culturale in Lombardia;
  3. dibattito e confronto interno sul tema "Sovranismo, Elitarismo o Democrazia?” e prima definizione organizzativa di un Evento politico-culturale (di nuovo col patrocinio e la collaborazione del Comune di Milano) che possa costituire il seguito dell'iniziativa svoltasi con successo lo scorso 3 maggio 2019 intitolato "Nel segno di Olof Palme, Carlo Rosselli, Thomas Sankara e contro la crisi globale della democrazia";
  4. illustrazione definitiva dello svolgimento del "Master Roosevelt in Scienze della Polis" nella sede di Milano (l'altra sarà Roma). Sul punto, vedi:

https://www.youtube.com/watch?v=xQ4SlU8SsTA&feature=youtu.be&fbclid=IwAR2aPPDsY2b9h5JIjYJ2kyI5Y7M6BRXj0_a7G0Kb47bO8DnTb10bH2-EGIk

  1. varie ed eventuali.

Leggi tutto...

Un Salvini quasi rooseveltiano

Salvini ha trasformato la Lega da partito regionale a partito nazionale. Salvini ha trasformato la Lega da partito liberista a partito keynesiano. Salvini ha anche dimostrato (attirandosi diverse critiche) di non essere un politico che vuole "insegnare" alle persone a distinguere tra quello che è giusto e quello che è ingiusto. Salvini piuttosto si è calato tra le persone ed è sembrato ascoltarne i bisogni mettendo la politica sopra la finanza e l’economia. Farsi voce delle esigenze della collettività  dovrebbe essere un merito, non un demerito; ma la sedicente sinistra sembra averlo scordato. In effetti, per quanto riguarda le politiche economiche e sociali, Salvini sembra molto più “progressista” (volto a garantire opportunità , libertà  e giustizia sociale con un approccio social-liberale e keynesiano) di quanto non lo siano gli esponenti dei partiti sedicenti progressisti, che sono invece sempre più elitari e dipendenti dai dictat di questa dis-Unione Europa a guida finanziaria.

Ed è proprio riguardo l’Europa che c’è da fare un plauso all’ulteriore evoluzione di Salvini. Se infatti Salvini deve ancora portare la Lega a maturare posizioni più moderne per quello che concerne i diritti civili, riguardo l’Europa Salvini sembra aver finalmente maturato delle posizioni davvero avanguardistiche, condividendo ciò che il Movimento Roosevelt sostiene da anni.

Certo che questa dis-Unione Europea, tecnocratica, antidemocratica e a guida finanziaria va combattuta. Ma l’Europa dei popoli è una idea che può ancora essere realizzata. L’Europa dei popoli - democratica, sovrana, socialmente giusta e libertaria - è necessaria per combattere il neoliberismo e le èlites finanziarie su scala globale. 

Finalmente ieri sera abbiamo sentito Salvini dire chiaramente che sono gli attuali governanti europei ad avere tradito la missione originaria dell’Europa e che gli anti-europeisti sono coloro che la stanno portando ad essere semplicemente una costruzione economico-finanziaria senza anima e senza radici.

Non era Gioele Magaldi a parlare. Non era nemmeno Marco Moiso. Non era nessuno del Movimento Roosevelt: a parlare era Matteo Salvini. Chissà che alcuni insegnamenti non stiano dando i loro frutti. 

(Link al video)

I Salviniani che leggono questo post sarebbero felici di vederlo finire qui. Ma io non sono salviniano, sono un progressista social-liberale e radicalmente democratico, che oggi vede in Salvini alcune interessanti potenzialità (ancora non concretizzate). Non posso quindi né sorvolare sulla questione dei diritti civili, che trattiene la Lega dal compiere una evoluzione completa, né sorvolare sulla questione religiosa impropriamente accostata alla politica. Salvini, infatti, ha continuato la conferenza stampa dicendo che bisogna rivendicare le origini giudaico-cristiane dell’Europa. Eh no, Matteo! Anche su questo devi fare uno sforzo. Le idee di democrazia, libertà e giustizia sociale che l’Europa dei Popoli dovrebbe difendere non derivano dalla tradizione giudaico-cristiana tout-court, che invece si è anche macchiata di oscurantismo, persecuzioni e roghi. Le origine dell’Europa moderna, quella che l’hanno resa il luogo al mondo in cui maggiormente si sono tutelati gli interessi della collettività, hanno origine solo in determinati segmenti della tradizione cristiana ed ebraica ma sopratutto poggiano le loro radici nelle correnti laiche, social-liberali, democratiche, illuministiche e latomistiche che hanno combattuto e sconfitto l’Ancien Régime in Europa e nel mondo. Le origini dell’Europa moderna sono quindi ben altre e, a tal riguardo, consiglieremmo a Salvini anche la lettura del bel saggio di Luciano Pellicani, Le Radici Pagane dell’Europa, Rubettino Editore. 

Insomma, oggi Salvini è - nei fatti - l’unico a parlare in Italia di democrazia, diritti economici e sociali in termini interessanti. Speriamo però che sappia riconoscere da dove provengono e che sappia ammettere che i diritti dell’uomo sono incompiuti senza i diritti civili.

Marco Moiso
Vicepresidente del Movimento Roosevelt

Presentazione del Dipartimento Economia, Finanza e Sviluppo Tecnologico MR

Presentazione del Dipartimento Economia, Finanza e Sviluppo Tecnologico del Movimento Roosevelt


Vincenzo Curia presenta il Dipartimento Economia, Finanze e Sviluppo Tecnologico del Movimento Roosevelt illustrando le basi programmatiche ed il lavoro da fare nei prossimi mesi.

 

https://www.youtube.com/watch?v=_mAceNONDOw

L'Ilva di Taranto: l'acciaio, il lavoro, il territorio, la salute.

L'Ilva di Taranto: l'acciaio, il lavoro, il territorio, la salute.




Ieri 19.11.19 a Tagadà Manlio di Stefano ha spiegato la sua personalissima visione per il futuro di Taranto e del Paese.

Mi sento di dire la mia.

 

https://www.youtube.com/watch?v=ygd2YJv-9zo&feature=youtu.be&fbclid=IwAR3Qjs9S8TwZ3hGohuCdmBMV2mrvVb4yCjEXmmfQljAOkysdSRtP6sc6EZo

Fondo Salva Stati e MES: errori di politica monetaria ed economica che ci rendono colonia

Fondo Salva Stati e MES: errori di politica monetaria ed economica che ci rendono colonia.



Nino Galloni spiega cosa siano il Fondo Salva Stati e il MES. Poi analizza come queste misure derivino da errori in politica monetaria ed economica. Guardando al passato - alle privatizzazioni ed alle liberazioni - come anche ad un eventuale patto segreto tra Conte e l'Unione Europea, ci si domanda se ci sarebbero gli estremi per l'Alto Tradimento.



https://www.youtube.com/watch?v=nVENdry_Tls&feature=youtu.be&fbclid=IwAR0yFL2966IlEtedZEkuDoPWB2iJyHVaXsHs83cGIYCk87eKt1VQ2BR8cMs

 

Comunicato stampa Movimento Roosevelt - Magaldi: Fusaro e poltrone, da quella chiesta alla Lega (in cambio del congelamento di Vox Italia) al pranzo con Emanuele Filiberto di Savoia. Niente male, per il nuovo profeta dei proletari del terzo millennio

Il presidente del Movimento Roosevelt: l'aspirante leader del rossobrunismo all'italiana "attovagliato" con eredi della real casa e notabili liberali. E non ha ancora smentito le voci secondo cui avrebbe appena bussato a Salvini e Meloni per chiedere una candidatura in Parlamento alle prossime elezioni

Che ci fa, il profeta dei nuovi proletari precarizzati, a tavola col notabile liberale Gabriele Albertini e con Emanuele Filiberto di Savoia? Se lo domanda Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt e gran maestro del Grande Oriente Democratico, di fronte alla foto di Diego Fusaro (postata dallo stesso filosofo torinese) a pranzo con l'ex sindaco di Milano e con il rampollo di casa Savoia. "Peraltro - aggiunge Magaldi - Fusaro non ha ancora smentito le voci circostanziate secondo cui avrebbe chiesto una poltrona alla Lega e a Fratelli d'Italia: in cambio di una candidatura in Parlamento avrebbe "congelato" Vox Italia, il movimento "rossobruno" che ha appena creato".

Leggi tutto...

Basta coperte corte: cambiamo politiche monetarie

Basta coperte corte: cambiamo politiche monetarie.


Venezia, pensioni, carenza di medici e infermieri, Ilva...la stragrande maggioranza dei problemi italiani di cui si parla nei telegiornali hanno una risposta comune: il cambiamento delle politiche monetarie ed economiche in Europa. Non è possibile? Si, lo è...




https://www.youtube.com/watch?v=SDoMgAUdzWs&feature=youtu.be&fbclid=IwAR2pM5I4xX7vauQuwek23VfTMZt2pPDp9MY6B5EIKsPhQQFNAPxCpjH05bs

Il sovranismo è strumentale al neoliberismo


Il sovranismo è strumentale al neoliberismo


I sovranisti dicono che per combattere il neoliberismo bisogna tornare agli stati nazionali. Ma hanno letto qualcosa dei teorici del neoliberisti? Hanno letto von Hayek? Friedman? Margaret Thathcher. Il ritorno agli stati nazionali è funzionale proprio al neoliberismo che loro dicono di voler combattere.

Certo, la sedicente sinistra il problema non se lo pone nemmeno...

Mario Draghi Presidente della Repubblica? Comunque vada, sarà un successo

 

 Mario Draghi Presidente della Repubblica? Comunque vada, sarà un successo.

 Mario Draghi al Quirinale? Speriamo. Qualunque cosa faccia, servirebbe alla causa. Potrebbe farsi interprete di un cambiamento di paradigma monetario ed economico. E se non lo facesse? Con le colpe delle quali si è macchiato sarebbe un bersaglio perfetto; molto migliore di Napolitano o Mattarella.

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=J7PNyObhlrs&feature=youtu.be&fbclid=IwAR3ujkQO7xzLIy6XtyEFU5oDCW9JB_QXW-6gIH1bdD6o1sRMjErq_N1vr0U

Alcune osservazioni sull’Area di Libero Scambio Continentale dell’Unione Africana.

Alcune acute osservazioni di Emilio Ciardiello relative sulla progettata Area di Libero Scambio africana che pongono in risalto come, al di là di possibili benefici, ci sia il concreto pericolo di quanto possano ripetersi certi errori e certe politiche "viziate" da gravi carenze fin dall'inizio.



Alcune osservazioni sull’Area di Libero Scambio Continentale dell’Unione Africana.
Di Emilio Ciardiello
CFTA MM 89a66

 

Il 7 luglio 2019 a Niamey in Niger è stato dato ufficialmente il via alla creazione della più grande area di libero scambio del mondo per superficie e popolazione interessata (1,2 miliardi circa): l’Area di Libero Scambio Continentale dell’Unione Africana, in acronimo AfCFTA (African Continental Free Trade Area) che include 53 paesi su 54 del continente. L’Eritrea ne è per il momento rimasta fuori.

L’evento è stato salutato come una vera svolta per il continente da molti commentatori ed esponenti politici. La nascita dell’AfCFTA è vista come l’inizio di un nuovo periodo per l’intero continente, in cui la libertà economica e commerciale consentirà la nascita di nuove imprese africane e il maggior sviluppo di quelle esistenti, sottraendo il continente dal giogo post coloniale e delle multinazionali americane, europee e cinesi. Per questi commentatori ed esponenti politici l’Africa è finalmente libera di esprimere se stessa!

Leggi tutto...

Salotto Rooseveltiano 2°incontro: POPOLI IN RIVOLTA. Che succede nel mondo?

Salotto Rooseveltiano 2° incontro: POPOLI IN RIVOLTA. Che succede nel mondo?


Nella serata del 12 novembre 2019, il Movimento Roosevelt di Londra ha riunito nel Salotto diversi autorevoli relatori: Gioele Magaldi Presidente del MR, Gianfranco Pecoraro alias Carpeoro Consigliere di Presidenza, Roberto Hechich Direttore del Dipartimento Geopolitica, Esteri e Difesa, Pietro Beltrame sempre del Dipartimento Geopolitica, Esteri e Difesa.
Si è parlato dei diversi accadimenti in Sud America (Chile, Venezuela, Equador e Bolivia) e delle proteste ad Hong kong, passando per il Libano e Barcelona, luoghi molto distanti tra loro, non solo geograficamente, in cui si sono alzati quasi contemporaneamente dei moti di protesta popolare che hanno riempito i notiziari di tutto il mondo.

Il discorso si è articolato parlando delle diverse cause che hanno portato a queste rivolte, cercando il filo comune che le unisce e che accomuna questo sentimento di ribellione popolare a livello globale e analizzando le direzioni che potranno prendere.
A moderare il ricco dibattito, il Vice-Presidente Marco Moiso.

https://www.youtube.com/watch?v=GtiC6G1KDBA

Solidarietà MR non ipocrita ai soldati feriti in Iraq

Il MR dalla parte dei soldati feriti in Iraq ma la Turchia va esplulsa dalla NATO

 

Il mondo mediatico, giornalistico e politico esprime solidarietà per i soldati italiani feriti in Iraq dalle rinvigorite truppe dell’ISIS. Ma come si sono rinforzate queste milizie? Proprio grazie a un alleato NATO: la Turchia di Erdogan va espulsa dall’Alleanza Atlantica.

 

https://www.youtube.com/watch?v=MK6vRIH0f38&feature=youtu.be&fbclid=IwAR2_zpyGn7Yp7bDorkDwSXAUAaTuvZqAikTbNLzug_EPM1CiYSsb210eZ6g

Globalizzazione, sovranità popolare e democrazia sostanziale

Globalizzazione, sovranità popolare e democrazia sostanziale

 

 A seguito di una terribile globalizzazione, molte persone si sono convinte che la democrazia possa solo esistere all’interno degli stati nazionali. È vero, in passato fu così, ma la sfida di oggi è quella di rivendicare la sovranità popolare e la democrazia sostanziale sull’intero globo terraqueo, nel rispetto di tradizioni e culture (quando non violente o discriminatorie).


https://youtu.be/alwvHO65JGE

Nino Galloni interrompe il dialogo con Vox Italia

Nino Galloni interrompe il dialogo con Vox Italia di Fusaro e Toscano

 

Dopo un improbabile out-out da parte dei rosso-bruni, Nino Galloni interrompe il dialogo con Vox Italia. Come potevano pensare di imbrigliare un uomo dello spessori di Galloni, esempio di coerenza e dedizione?

 

https://youtu.be/zWMnRUcwLZA

Assemblea Lombardia MR Sabato 23 novembre a Milano con Magaldi e Galloni in visita

Assemblea Lombardia MR Sabato 23 novembre a Milano con Magaldi e Galloni in visita

 

 

Come anticipato in

https://www.youtube.com/watch?v=KZaucOw9QY4&feature=emb_logo

la Presidenza MR, di concerto con il Commissario regionale (nonché Consigliere di Presidenza) MR Lombardia Gianfranco Pecoraro/Carpeoro, convoca per Sabato 23 novembre 2019 a Milano, a partire dalle ore 19, in location che sarà comunicata a breve, una Assemblea Lombardia MR.

Saranno presenti a tale riunione anche il Presidente MR Gioele Magaldi e il Vicepresidente Nino Galloni.

La riunione è aperta non solo ai rooseveltiani lombardi ma anche a soci MR di altri territori e a cittadini non ancora tesserati, ma interessati a far parte della comunità rooseveltiana e a partecipare al dibattito previsto su "Sovranismo, Elitarismo o Democrazia?”
In effetti, coloro che intendano dare un contributo ad un reale cambiamento della società italiana ed europea e farsi carico di una ulteriore crescita e armonizzazione del territorio lombardo e milanese nel suo complesso, si uniscano a noi del Movimento Roosevelt, si iscrivano a questo originale Metapartito e condividano cosi fattivamente i nostri valori, i nostri obiettivi e le nostre iniziative civili e politico-culturali.

L'ordine del giorno dei lavori sarà il seguente:

  1. relazione del Commissario Lombardia MR Gianfranco Pecoraro (Carpeoro) e di altri Dirigenti regionali sullo stato dell'arte della riorganizzazione del MR in Lombardia;
  2. designazione dei curatori del Blog regionale MR e dei social media collegati e individuazione dei contenuti comunicativi prioritari da rilanciare a livello politico-culturale in Lombardia;
  3. dibattito e confronto interno sul tema "Sovranismo, Elitarismo o Democrazia?” e prima definizione organizzativa di un Evento politico-culturale (di nuovo col patrocinio e la collaborazione del Comune di Milano) che possa costituire il seguito dell'iniziativa svoltasi con successo lo scorso 3 maggio 2019 intitolato "Nel segno di Olof Palme, Carlo Rosselli, Thomas Sankara e contro la crisi globale della democrazia";
  4. illustrazione definitiva dello svolgimento del "Master Roosevelt in Scienze della Polis" nella sede di Milano (l'altra sarà Roma). Sul punto, vedi:

https://www.youtube.com/watch?v=xQ4SlU8SsTA&feature=youtu.be&fbclid=IwAR2aPPDsY2b9h5JIjYJ2kyI5Y7M6BRXj0_a7G0Kb47bO8DnTb10bH2-EGIk

  1. varie ed eventuali.

    Leggi tutto...

Claudio Testa Nuovo Commissario MR Lazio

Claudio Testa Nuovo Commissario MR Lazio

 

 Si comunica che Venerdì 9 Novembre 2019 a Roma, Gioele Magaldi ha nominato Claudio Testa per il ruolo di Commissario MR Lazio. Auguriamo a Claudio un buon lavoro.
C’è molto da fare e sappiamo che Claudio è uomo concreto e d’azione.


https://youtu.be/jEzWKYEwNzY

Riunione MR Lombardia del 23 Novembre 2019

 Riunione MR Lombardia del 23 Novembre 2019 


A sorpresa, Nino Galloni parteciperà alla riunione del gruppo MR Lombardia che si terrà il 23 Novembre a Milano dalle ore 19:00 alle ore 21:00. Siete tutti invitati.

 

 

https://youtu.be/KZaucOw9QY4