News da tutti i dipartimenti

Dip. Geopolitica e Difesa(GED) MR: Le loro Afriche. Il buco nero dell'informazione

GED-Caminetti rooseveltiani N.5 - Le loro Afriche: il buco nero dell'informazione dove tutto precipita ... senza riemergere.

Le loro Afriche. Le Afriche una realtà multipla e multiforme, buchi neri dell'informazione in cui precipitano Covid, neocolonialismi, postcolonialismi, veterocolonialismi, terrorismo e voglia di rivalsa .

Conversazione con Emilio Ciardiello, Alessandro Loreto, Ruben Giavitto del Dipartimento Geopolitica e Difesa di MR

Link al video sul Canale Youtube alle ore 20.45: https://www.youtube.com/watch?v=gnfkRE1BkHg&feature=youtu.be

Leggi tutto...

Marco Moiso Vice-Presidente MR ospite a La Vasca dei Pesci

LA VASCA DEI PESCI

La trasmissione parlerà di "Politiche Sociali e Politiche Asociali" con Lorenza Morello ed Ennio Trinelli. Ospiti Anna Paola Concia, Marco Moiso, Giovanni Ferrero, Valerio Esposti e per i giochi di parole finali I coniugi Spagni-Tagliavini (in rigoroso ordine alfabetico)

Marco Moiso, Vice-Presidente del Movimento Roosevelt, ospite alla trasmissione YouTube "La Vasca dei Pesci" parlerà di distanziamento ai tempi del Covid

 

Link al video Youtube:https://www.youtube.com/watch?v=tzqDoqxrsks

Leggi tutto...

Mercoledi in salute MR n.10: Come i medici di Medicina Generale hanno vissuto e vivono la crisi COVID-19

Mercoledi in Salute n.10: Come i medici di Medicina Generale hanno vissuto e vivono la crisi COVID-19

Un confronto su come i Medici di Medicina Generale, in varie regioni d'Italia, hanno vissuto e vivono la crisi COVID-19

Link al video sul Canale Youtube del Movimento Roosevelt alle ore 19.30: https://www.youtube.com/watch?v=LyvUYli33e4&feature=youtu.be

Leggi tutto...

George Floyd: The world unites against racism. Why now?

George Floyd: The world unites against racism. Why now? - Updates from London n4 - 10.06.2020
The recent sad episode in Minneapolis, U.S. in which George Floyd tragically lost his life, has triggered protests and demonstrations all around the world.
Last weekend’s powerful images of thousands of people parading the streets of the UK’s main cities and demanding equal rights for the black community, has begged the question: have we really - and finally - reached boiling point, or is there more to it? In brief, why is the world rising now?
Link to the Youtube channel: https://www.youtube.com/watch?v=JGiJ2tgA9zA

Leggi tutto...

Trump contro il terrorismo sanitario: attacco gestito dall'oligarchia che vuole ridurre la nostra libertà

Magaldi: attaccano Trump perché si oppone al terrorismo sanitario del coronavirus, gestito dall'oligarchia mondiale che usa la Cina per ridurre la nostra libertà

 

Il presidente del Movimento Roosevelt: fa malissimo il capo della Casa Bianca a non ascoltare i manifestanti realmente indignati per il razzismo della polizia (ignorato per 8 anni da Obama, benché fosse afroamericano). Ma - come ha intuito Bob Dylan - la gestione occulta dell'affare Covid nasce dalla stessa filiera reazionaria che assassinò John Kennedy

 
«La filiera del terrorismo sanitario ha radici lontane: secondo Bob Dylan, risale addirittura all'omicidio di John Kennedy nel 1963». Gioele Magaldi, massone progressista (come Dylan) nonché presidente del Movimento Roosevelt, cita il dirompente brano "Murder Most Foul" pubblicato a marzo dal grande cantautore. E denuncia la manipolazione planetaria in corso, sotto la spinta dell'emergenza coronavirus che ha innescato il clamoroso lockdowm globale: «Diciamo che è stata una prova generale: a prescindere da come si sia effettivamente diffuso questo virus, chi ne ha poi approfittato per aumentare il proprio potere potrebbe attaccarci, domani, con un virus ben più letale, magari fabbricato in laboratorio». Cartina di tornasole della "sovragestione della paura": le violente rivolte negli Usa contro Trump, l'unico leader mondiale che si sia opposto con fermezza alla gestione securitaria della pandemia, attaccando direttamente l'Oms.

Leggi tutto...

Il Socialismo secondo i giovani

Il Socialismo secondo i giovani

Enrico Maria Pedrelli ci parla di politica e socialismo secondo i giovani.

 

Perché è importante la politica anche nel XXI secolo?

Perché  la strada socialista dovrebbe essere la migliore?

Perché il socialismo è stato dimenticato o vilificato nel contesto politico italiano?

Leggi tutto...

Magaldi come il Padrino: l'incapace Conte si prepari, per salvare gli italiani dalla catastrofe post-Covid gli faremo proposte che non potrà rifiutare

Il presidente del Movimento Roosevelt: recapiteremo a questo governo disastroso un pacchetto di proposte salva-Italia attuabili nel giro di un mese, e la Milizia Rooseveltiana chiarirà ulteriormente quanto siano urgenti, ragionevoli e vantaggiose per tutti

 

 

«A Giuseppe Conte, incapace e pure presuntuoso, presenteremo proposte che sarà difficile rifiutare: facili da attuare in un mese, e comprensibili a tutti gli italiani». Lo annuncia Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, in un video in cui - in modo quasi goliardico - indossa una t-shirt con l'effigie de "Il Padrino", personaggio di Mario Puzo reso immortale da Marlon Brando nei film di Coppola. «Seriamente: nel caso l'esecutivo dovesse restare sordo alle nostre proposte, a farle conoscere agli italiani - anche a mezzo stampa, e con volantinaggi - sarà la Milizia Rooseveltiana, formazione nonviolenta ma ferma, determinata e fastidiosa: i suoi flash-mob non daranno tregua al premier e ai suoi ministri, se non prenderanno in considerazione il nostro piano salva-Italia».

 

Nel video presentato su YouTube nei giorni scorsi, Magaldi - accanto a dirigenti "rooseveltiani" come l'economista Nino Galloni - anticipa il tema: «Conte riceverà una sorta di "ultimatum", con le nostre proposte operative». Accusa il presidente del Movimento Roosevelt: «L'Italia è in bilico sulla catastrofe economica causata dall'abnorme lockdown: migliaia di aziende non riapriranno, decine di migliaia di famiglie non hanno ricevuto sostegno economico, e in molti casi non c'è ancora traccia neppure della cassa integrazione promessa». La situazione si fa pericolosa: «Cosa aspetta, il governo? Tra non molto, c'è il rischio di assistere a vere e proprie rivolte, con le strade invase dai manifestanti inferociti e le auto rovesciate e incendiate».

Leggi tutto...

Silvano Agosti: crisi dello spettacolo e del cinema industriale

Silvano Agosti - Crisi dello spettacolo e del cinema industriale

Silvano Agosti, scrittore, poeta e regista di molti capolavori auto prodotti, sta riscontrando un crescente interesse per le sue opere in Giappone, Francia e USA.
Qualche tempo fa sul suo sito https://www.silvanoagosti.com/ ha lanciato un appello ai suoi sostenitori:
“Da oltre due mesi il cinema Azzurro Scipioni, per decreto legge è stato chiuso e non può svolgere alcuna attività. Mi trovo così ad accumulare debiti verso le spietate spese di gestione e tutto ciò che comporta l’esistenza del solo cinema a Roma che proietta capolavori e i più premiati film d’Autore.
Il cinema Azzurro Scipioni è la sola sala cinematografica dove il Cinema d’Autore sorride per aver trovato la sua casa.
Chiedo ai nostri affezionati spettatori di offrire un minimo contributo con cui il Cinema Azzurro Scipioni possa rimanere giovane e continuare ad esistere nel rispetto di una mia poesia:

TUTTO INVECCHIA, MENO IL SORRISO”

Leggi tutto...

Flat Tax Fase II: dal contribuente al reddito familiare con tassazione al 15%

Flat Tax Fase II: dal contribuente al reddito familiare con tassazione al 15%


L'ing. Aldo Storti, che ha lavorato allo sviluppo della proposta di legge depositata il 28 maggio dalla Lega per la riforma del sistema fiscale italiano basato sul reddito familiare, sull'aliquota unica al 15% e su un nuovo sistema di deduzioni basato sulla composizione del nucleo familiare, presenta il progetto nella sua complessità.

Come funziona la flat tax?

La flat tax è costituzionale?

La flat tax significa minori entrate per lo Stato?

L'ing Aldo Storti darà risposta a queste domande e a tutte quelle che arriveranno dal pubblico online.

Leggi tutto...

L'esperto di privacy: Immuni oggi è inutile, oltre che inquietante. E' in mano a Apple e Google, non allo Stato: come fidarsi? E per essere efficace, in Italia, dovrebbe essere diffusa ancora più di WhatsApp

L'avvocato Lisi: Parigi e Londra hanno creato un dispositivo centrale statale, noi invece dipendiamo dagli "store" dei grandi player del marketing web, che già ci tracciano. Oggi, questa App non serve a niente: i dati sulla nostra salute dovrebbero essere verificati subito dai medici, in un paese che non ha saputo garantire per tempo nemmeno le mascherine

 

«Mi spiace dirlo, ma oggi l'App Immuni non serve a niente: intanto arriva tardi, quando ormai la pandemia sta finendo. E per mappare in tempo reale la nostra salute ha bisogno di un sistema sanitario che verifichi i dati in tempo reale. Improbabile, in un paese che non è stato capace nemmeno di garantire a tutti le mascherine, quando c'era l'emergenza Covid». Una bocciatura senza mezzi termini, quella dell'avvocato Andrea Lisi, specialista in materia di privacy e presidente di Anorc Professioni, l'Associazione Nazionale Operatori e Responsabili della Custodia di contenuti digitali. Dal 2007, l'Anorc è un punto di riferimento nazionale per le aziende e i professionisti impegnati nel campo della digitalizzazione e protezione del patrimonio informativo e documentale in ambito pubblico e privato.

 

In web-streaming su YouTube con Marco Moiso, vicepresidente del Movimento Roosevelt, l'avvocato Lisi stronca il dispositivo messo a punto da Bending Spoons, la cui sperimentazione è ora al via in alcune Regioni. «Secondo vari studi, tra cui quelli dell'università di Oxford - premette Lisi - per essere efficace, Immuni dovrebbe essere usata almeno dal 60% degli italiani, e quindi dovrebbe superare la diffusione di WhatsApp, che è l'applicazione più utilizzata nel nostro paese». Non solo: «Non basta scaricare Immuni, bisogna anche usarla attivando il Bluetooth. E lo stesso ministero della Difesa ci mette in guardia dal farlo, visto che il Bluetooth è facilmente hackerabile. La nostra Difesa consiglia di attivare il Bluetooth solo quando lo si usa: peccato che, per far funzionare Immuni, il Bluetooth dovrebbe essere costantemente acceso».

Leggi tutto...

Mercoledi in Salute MR n.9: Lo studio del Dott. Bacco sui reali dati della diffusione del Covid-19 a Febbraio

Mercoledi in Salute MR n.9 - Lo studio del Dott. Bacco rivela i reali dati della diffusione del Covid-19 a Febbraio

Antonino Laudani, Responsabile Dipartimento salute MR, presenta lo studio pubblicato dal Dott. Bacco che stravolge quanto detto da tanti media nazionali sulla diffusione della COVID-19. Avremo la possibilità di discutere con il Dott. Bacco di come si potrebbe sviluppare l'epidemia che già oggi sembra spegnersi in tutta Italia.

Link articolo pubblicato da COMILVA. 

https://www.comilva.org/incidenza-del-covid19-tra-la-popolazione-clinicamente-sana-attraverso-la-ricerca-degli-anticorpi-tra-gli-asintomatici-il-virus-avrebbe-colpito-piu-di-un-terzo-della-popolazione-it/

 
Nella puntata odierna ci saranno tre ospiti:

 

  • Dott. Prof. Pasquale Mario Bacco. Medico Legale
  • Dott. Angelo Giorgianni. Magistrato.
  • Dott.ssa Fulvia Spallino Medico di Famiglia

Leggi tutto...

Dip. Geopolitica e Difesa(GED) MR - Caminetti rooseveltiani: Turchia. Una mina vagante mediterranea

GED - Caminetti rooseveltiani: Turchia. La mina vagante mediterranea  (02.06.2020)

Dove va la Turchia?

Chi è Erdogan?

Da dove proviene?

Dalle censure agli attentati alla libertà e la democrazia nella Turchia moderna.

Sintesi del principale problema geopolitico mediterraneo, con Roberto Hechich Responsabile Dipartimento Geopolitica Esteri e Difesa del Movimento Roosevelt

Leggi tutto...

Roberto Peron presenta il Dipartimento Università e Ricerca del MR

Presentazione del Dipartimento Università e Ricerca MR

 
Roberto Peron presenta il proprio Dipartimento Università e Ricerca del Movimento Roosevelt

 

Link al video del canaleYoutube alle ore 15.30: https://www.youtube.com/watch?v=bjCIxGcuf9c

Magaldi: troppo comodo "sparare" su Pappalardo, che manifesta l'esasperazione di una popolazione vessata e terremotata dalla crisi Covid con la complicità dei media

Il presidente del Movimento Roosevelt: per il dottor Zangrillo l'emergenza è finita? Secondo noi non c'era nessuna ragione, nemmeno due mesi fa, di imporre un lockdown che ha azzoppato l'Italia. E presto il governo Conte riceverà un ultimatum per salvare il paese


«E' sleale, la stampa che si avventa sul generale Antonio Pappalardo dipingendolo come un populista da operetta: il suo "teatro", utile per scuotere l'opinione pubblica, non è diverso da quello di chi recita da sempre la parte, altrettanto teatrale, del politico paludato». Gioele Magaldi difende il leader dei Gilet Arancioni, in piazza a Milano: «Merita un plauso, per la passione con cui esprime la sua insofferenza verso questo governo incapace e disastroso». Magaldi peraltro non concorda con il piano di Pappalardo: «Il suo è un programma di riforme profonde, anche costituzionali, che richiederebbero anni per essere attuate, e non certo con il solo consenso delle piazze. Oggi invece si tratta di incalzare Conte con proposte immediatamente praticabili e comprensibili a tutti».

Sono le proposte che il Movimento Roosevelt sta "limando", in attesa di presentarle all'esecutivo. Una su tutte: un "reddito d'emergenza", che scongiuri il fallimento di migliaia di aziende. «Anziché perdersi in chiacchiere con l'Ue, da cui giungono solo fumose promesse - dice Magaldi - il governo avrebbe fatto meglio a fornire assistenza economica immediata a tutti i soggetti messi in ginocchio dal lockdown. Questo, alla lunga, sarebbe stato utile anche alle casse dello Stato: era così difficile, capirlo?». Magaldi annuncia un elenco di provvedimenti a carattere d'urgenza che saranno presto proposti a Conte. «Se il governo li ignorerà, allora scenderemo nelle strade con la neonata Milizia Roosveltiana: ma senza colori festosi come l'arancione, perché la situazione del paese si va facendo drammatica».

Leggi tutto...

Oggi nasce l'App Immuni: cosa c'è dietro?

Oggi nasce l'App Immuni: cosa c'è dietro?

Da oggi è scaricabile la App IMMUNI. Ma attenzione!! Cosa c'è dietro il lancio di questa applicazione?
La "selezione" dell'agenzia è stata trasparente? I dati collezionati dalla App sono sicuri?

Chi potrà avere accesso alle preziose informazioni collezionate?

Di questo e di altro parliamo con l'Avvocato Andrea Lisi, Presidente di ANORC professioni ed esperto del mondo digitale.

Leggi tutto...

Gilet arancioni di Pappalardo, Milizia Rooseveltiana e MR

Gilet arancioni di Pappalardo, Milizia Rooseveltiana e Movimento Roosevelt

Un’analisi a caldo del fenomeno “Gilet Arancioni”, delle differenze e delle vicinanze con la traiettoria rooseveltiana.

Alle ore 17, con Marco Moiso Vice-Presidente del Movimento Roosevelt

Leggi tutto...

Salotto Rooseveltiano n.8: Esiste la separazione tra i poteri in Italia?

Esiste la separazione tra i poteri in Italia? Salotto Rooseveltiano n.8 (03.06.2020)

Ogni sana democrazie si fonda sulla separazione tra i tre poteri dello Stato: legislativo, esecutivo e giudiziario. Eppure, in Italia continua ad essere ricorrente il tema dell’indipendenza della Magistratura.
Recentemente, sono state addirittura pubblicate alcune gravissime intercettazioni di Magistrati che parlerebbero della necessità di attaccare un personaggio politico (Matteo Salvini) nonostante questi abbia ragione.
È giusto quindi interrogarsi sullo stato della separazione tra i poteri in Italia. Esiste questa separazione? O la separazione tra poteri è minata da relazioni personali e cordate di interesse politico-economico?

 

Di questo parleremo con Gianfranco Carpeoro, Gioele Magaldi, Ivo Mazzone, Marco Moiso e Pierluigi Winkler.

Leggi tutto...

Salotto Rooseveltiano n.7 - Socialismo Liberale: passato, presente e futuro

Socialismo Liberale: passato, presente e futuro - Salotto Rooseveltiano n.7 (01.06.2020)

Le ideologie non sono qualcosa da relegare al passato. Piuttosto, offrono una visione sul tipo di società da raggiungere e alcuni strumenti per realizzarla.
Di fronte alle disfunzionalità del nostro sistema economico e politico, il Movimento Roosevelt parla da tempo del bisogno di riscoprire il Socialismo Liberale.

Da molti visto come un ossimoro, il Socialismo Liberale potrebbe tracciare la via per una società socialmente più giusta e libera.
Cosa è il Socialismo Liberale?
Da dove viene?
Chi si fa portavoce del Socialismo Liberale oggi?
Cosa potrà essere nel futuro?

Di tutto questo parliamo insieme a Gioele Magaldi (Presidente MR), Antonino Martino (Spazio Solidale, PSI, MR), Marco Moiso (Vicepresidente MR) e il Senatore Riccardo Nencini (PSI).

Leggi tutto...

Perché non si ripeta più una censura sui social a danno della libertà d'informazione

facebook 3f0fc
Perché non si ripeta più una censura sui social media a danno della libertà d’informazione
.

Condividete per cortesia, in maniera da impedire ogni eventuale tentativo di blocco.

“Carceri #Turchia. Questa notte grazie alla legge sull’esecuzione penale è stato rilasciato un membro della criminalità: Alaattin Cakicy, appartenente ai Lupi Grigi. La legge concede la riduzione della pena per 90.000 prigionieri, ma non per i giornalisti, politici dell’opposizione e attivisti per i diritti umani.”

In questo post vedete qualcosa di offensivo? Intimidatorio? Irrispettoso? Un’opinione spregevole? Turpiloquio? Fake new?

Ebbene, per questo post, che non fa altro che riportare una notizia che è un dato di fatto reale e concreto, il profilo Facebook di Mariano Giustino, corrispondente di Radio Radicale da Ankara, è stato bloccato per oltre 40 giorni.

Ora, dopo che la vicenda è stata resa nota e si è diffusa a tutti i livelli, è stato sbloccato.

Facebook si è scusato per l’errore. Ma come si può pensare a un errore perdurato per oltre quaranta giorni, malgrado proteste e sollecitazioni di ogni sorta e ammesso solo quando hanno iniziato ad occuparsi della questione i media maggiori e alcuni parlamentari italiani? Errore che appare ancora meno credibile, poiché non è la prima volta che succede. Sono state censurate almeno due altre pagine che pubblicavano contenuti relativi all’informazione su manifestazioni di sostegno alla causa curda in Siria.

E non si sblocca sicuramente il problema di una censura sempre più strisciante dell’informazione sui social media. Social media che, per l’impatto, appunto, sociale, non possono più definirsi società private, ma un patrimonio pubblico di diffusione, condivisione e democratizzazione dell’informazione, pur con tutte le distorsioni che invariabilmente li minacciano.

Leggi tutto...

Mercoledi in salute MR n.8: Covid-19, comportamenti e psiche

Mercoledi in Salute n.8: Covid-19, Comportamenti e Psiche, paura, fobie, stress...e  tanto altro.

Stasera parleremo dell’impatto che un evento catastrofico come una Pandemia ha sulle personalità e sui comportamenti.

Vi aspettiamo alle 19.30 

Leggi tutto...