News dall'Ufficio Stampa

Magaldi: con Colao e Prodi, rischio di commissariamento "cinese" per l'Italia. Molto meglio Draghi, che si preoccupa (come Nino Galloni) di aiutare gli italiani, subito

Il presidente del Movimento Roosevelt: Mattarella al crocevia di una partita difficile, tra il vero riscatto nazionale e la tentazione di imbavagliare e sabotare definitivamente il paese

 

«Vigileremo e impediremo che vada in porto il piano oligarchico di chi intende trasformare l'emergenza coronavirus (e l'evidente inadeguatezza di Conte) in un pretesto per commissariare l'Italia». Per Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, il pericolo è concreto: «Si deve leggere in questi termini la tentazione di sostituire Conte con l'aziendalista Vittorio Colao, per poi magari eleggere Romano Prodi al Quirinale». Attenzione: «Questa "cordata", che ora accusa Conte di non aver tempestivamente assistito gli italiani colpiti dalla crisi, è ispirata dagli stessi soggetti che hanno fatto in modo che, a livello europeo, l'Italia non ottenesse le necessarie concessioni». Per Magaldi, a preoccupare è anche il possibile corollario: l'idea infatti è quella di «ridurre gli italiani a sudditi di una post-democrazia orwelliana di stampo cinese, sottoposti all'occhiuta sorveglianza di una nuova polizia sanitaria che metterebbe fine a molte delle nostre libertà democratiche».

Leggi tutto...

Magaldi: soldi a tutti, subito e senza debiti. Se Conte fallisce con l'Ue, arrivi Draghi

Il presidente del Movimento Roosevelt: ritardi vergognosi nell'assistere la popolazione costretta a non lavorare. Italia senza visione sanitaria: e se poi il virus riesplode, torniamo a chiudere in gabbia gli italiani?

 

 

 

«Se Giuseppe Conte non riesce a ottenere dall'Ue neppure gli eurobond, si faccia da parte e lasci il posto a Mario Draghi». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, attacca il governo: «E' vergognoso che non sia ancora arrivato neppure un euro a chi ne ha disperato bisogno, ed è folle chiedere a famiglie e aziende - come si è fatto - di indebitarsi in banca: in una situazione come questa, andrebbe garantito a tutti un "reddito d'emergenza", a fondo perduto, come proposto da Mario Draghi nel suo recente intervento sul "Financial Times"».

Leggi tutto...

Magaldi: ridicola e grottesca la crociata del governo contro le fake news. Stiano attenti: daremo battaglia (in tribunale, e anche in piazza) contro i decreti illegittimi

Il presidente del Movimento Roosevelt: è sospetto il caos nel quale Conte ha gettato l'Italia, mettendola sul lastrico, ed è sospetto il ruolo dell'Oms oggi così vicina alla Cina

 

 

 

«Ridicola e grottesca», così Gioele Magaldi definisce la task force (Unità per il monitoraggio delle notizie false) messa in piedi da Andrea Martella, Pd, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, per contrastare la diffusione di "bufale" sul coronavirus. «Stiamo ancora aspettando - dice il presidente del Movimento Roosevelt - che i grandi media (quelli che secondo il governo sarebbero depositari della verità unica) facciano ammenda per le tante fake news ufficiali spacciate in queste anni, a partire da quella sulle inesistenti "armi di distruzione di massa" di Saddam Hussein». Quanto al cosiddetto complottismo, Magaldi accusa: «Spesso, alimentare tesi vistosamente strampalate serve proprio - a chi detiene il potere - a screditare in partenza qualsiasi voce alternativa».

Leggi tutto...

Galloni risponde a Grillo: reddito universale, ma solo con moneta nazionale non a debito. Il governo si sbrighi, prima che gli italiani assaltino i supermercati

L'economista, vicepresidente del Movimento Roosevelt: anche Draghi sa che, se non si rimedia immediatamente alla catastrofe dell'emergenza coronavirus, l'economia italiana subirà danni irreparabili. Se gli aiuti arrivano solo tra 4-5 mesi, addio aziende

Leggi tutto...

Magaldi, avviso al governo: si sbrighi a salvare l'Italia, o scendiamo in piazza. E' in gioco la liberta', nel nostro paese e nel resto del mondo

Dal presidente del Movimento Roosevelt un quasi-ultimatum all'esecutivo: se non si decide ad attuare misure immediate per assistere le famiglie e l'economia, invaderemo le strade. C'è chi specula cinicamente sull'emergenza-coronavirus, a livello planetario, sognando un mondo di sudditi spaventati, senza più democrazia ne' libertà

 

 

«Il governo si sbrighi ad attuare misure immediate e concrete per assistere gli italiani rinchiusi nelle loro case, o presto scenderemo in piazza». L'annuncio, clamoroso, proviene da Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt. Autore del bestseller "Massoni", edito da Chiarelettere nel 2014, nonché gran maestro del Grande Oriente Democratico, Magaldi è il frontman italiano del circuito massonico progressista sovranazionale che si oppone all'austerity neoliberista. E' stato il primo, mesi fa, ad annunciare con largo anticipo lo storico dietrofront di Mario Draghi: «L'ex presidente della Bce è pronto a smentire il teorema del rigore, tornando a un'impostazione keynesiana dell'economia». La conferma è giunta dallo stesso Draghi, che - con il suo dirompente intervento sul "Financial Times" - ora sostiene la necessità di azzerare i vincoli finanziari dell'Eurozona, ricorrendo a una spesa pubblica illimitata, «come in guerra», per uscire dall'emergenza sanitaria e dalle sue spaventose conseguenze economiche.

Leggi tutto...

Magaldi: dietro al coronavirus c'e' una strategia della tensione mondiale, come per l'11 Settembre? Ipotesi, dubbi e sospetti: stiamo raccogliendo elementi inquietanti

Il presidente del Movimento Roosevelt, esponente della massoneria progressista internazionale: "qualcuno" potrebbe aver fatto esplodere di proposito la crisi-Covid, utilizzando la Cina per provare un'altra volta a congelare il pianeta, riducendo democrazia e libertà

 


Ieri il terrorismo, oggi il contagio. Se la paura è altrettanta e la risposta è identica - meno libertà, in cambio della sicurezza - sorge un sospetto: siamo di fronte a una gigantesca operazione di strategia della tensione, a livello internazionale, come già fu per l'11 Settembre? Gioele Magaldi avanza un'ipotesi preoccupante: la stessa élite oligarchica che controlla le leve mondiali della finanza potrebbe aver deliberatamente immesso il coronavirus a Wuhan, per poi usare la prevedibile reazione cinese, autoritaria, come modello per il mondo interno, allo scopo di militarizzare la crisi e - con l'alibi del Covid - sospendere libertà e democrazia anche in Occidente.

 

Presidente del Movimento Roosevelt e gran maestro del Grande Oriente Democratico, Magaldi è il portavoce italiano del circuito massonico progressista sovranazionale. Nel saggio "Massoni", bestseller pubblicato da Chiarelettere e uscito nel 2014, denuncia le trame delle superlogge planetarie "neoaristocratiche": svuotare la nostra democrazia, instaurando un regime economicamente neoliberista e politicamente post-democratico. Quanto all'11 Settembre, il libro demolisce la versione ufficiale degli Usa, spiazzando anche le narrazioni complottistiche: a progettare il crollo delle Torri Gemelle, sostiene, fu la superloggia "Hathor Pentalpha", creata dai Bush.

Leggi tutto...

Magaldi: siete pronti a stare chiusi in casa per i prossimi cento anni, magari inneggiando all'Italia dal balcone?

Il presidente del Movimento Roosevelt: scandaloso che si applauda un governo che ha sbagliato tutto quello che poteva, lasciando partire gli "untori" dal Nord al Sud, salvo lasciare i malati senza posti letto e intanto criminalizzare chi porta fuori il cane. L'emergenza coronavirus è peggio del neoliberismo: ormai basta un virus per tagliare libertà e democrazia, senza che nessuno si ribelli?

 

 

«Siete pronti a restare in casa per tutto l'anno, se la quarantena verrà prorogata? E magari a stare reclusi per cent'anni, se malauguratamente ogni anno venisse rilasciato un virus diverso?». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, è sgomento di fronte allo spettacolo degli italiani che, dal balcone, «in stile Istituto Luce, come tempi del Duce», inneggiano alla patria, «anziché chiedere al governo Conte dove ci sta portando, perché ha lasciato scappare al Sud gli "untori" contagiati e perché ha permesso che gli ospedali restassero senza i necessari posti letto in terapia intensiva, prima di rinchiudere in casa - non si sa fino a quando - 60 milioni di italiani».

Leggi tutto...

Magaldi: crolla il dogma del rigore, grazie a Christine Lagarde. Con la sua sortita, la presidente della Bce ha abilmente "stanato" Mattarella, la Merkel e l'Ue

Il presidente del Movimento Roosevelt: ingenuo chi crede che la Lagarde abbia commesso una gaffe. Negare l'aiuto sugli spread? Era un modo per ricordare che neppure Draghi intervenne, in piena tempesta finanziaria. Quella della "sorella" Lagarde e' stata una mossa calcolata, richiestale della massoneria progressista per costringere gli eurocrati a uscire finalmente allo scoperto. Missione compiuta: in virtu' dell'emergenza umanitaria del coronavirus, ora la flessibilita' non è piu' un tabu'

Leggi tutto...

Magaldi: governo cialtrone, sta rovinando l'Italia. Ma Conte non si illuda: dovra' pagare il conto della catastrofe economica che sta infliggendo al paese

Il presidente del Movimento Roosevelt: gestione sciagurata dell'emergenza coronavirus. Ed è verminoso approfittare del virus per accelerare l'approvazione del Mes

«Non pensino, quelli che ci stanno conducendo verso la rovina, di passarla liscia: pagheranno caro, e pagheranno tutto». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, condanna la gestione governativa dell'emergenza coronavirus, dominata da incapacità e improvvisazione: mentre Francia e Germania si attrezzano per affrontare al meglio i casi gravi, Conte sigilla l'Italia mandando il paese al tappeto, e senza neppure riuscire a fermare il contagio. In più, «c'è una relazione davvero verminosa tra l'approvazione del Mes e la presunta emergenza coronavirus». Magaldi cita l'economista Nino Galloni, vicepresidente del Movimento Roosevelt: «Se c'è l'emergenza, il Mes va rinviato. Se invece l'emergenza non c'è, come si deduce osservando il comportamento di Francia e Germania (che semplicemente si attrezzano per contenere la percentuale di pazienti bisognosi), allora chiediamoci perché in Italia ci tengono in emergenza: solo per approvare il Mes?».

Leggi tutto...

Magaldi: apocalisse coronavirus, grazie a quel minchione di Conte. Il governo sbaglia tutto: con l'allarmismo da' il colpo di grazia a un paese che era già in ginocchio

Il presidente del Movimento Roosevelt: inutile follia mettere in quarantena l'Italia, visto che il virus (presentato come la peste bubbonica) non sarà comunque fermato. Peggio ancora: anziché investire subito miliardi per risollevare l'economia e intanto irrobustire la sanità, c'è il rischio che si firmi anche il famigerato Mes, che sarebbe la nostra condanna finale


«La situazione è grave, ma non seria: si sono chiuse le stalle quando ormai i buoi erano scappati». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, è durissimo con Giuseppe Conte: «Sarà anche una persona squisita, ma - politicamente parlando - il nostro presidente del Consiglio è un minchione». L'accusa: «Se proprio voleva provare a isolare il virus sul nascere, il governo doveva mettere in quarantena tutto il paese, da subito, e senza le deroghe all'italiana come l'autocertificazione per gli spostamenti». Magaldi però non crede alla retorica televisiva e governativa: «L'intera narrazione sul coronavirus è artificiosa, ci sono patologie più pericolose (polmoniti, infezioni) per le quali non si fanno i bollettini di guerra quotidiani come quelli sul coronavirus, con l'effetto di terrorizzare i cittadini». Primo errore: aver creato il panico, in modo ingiustificato. «Le misure restrittive sono inefficaci, perché il virus comunque esploderà. E il governo che farà, aumenterà ulteriormente le restrizioni? Ordinerà a marito e moglie di stare a due metri di distanza l'uno dall'altra, dopo averli reclusi tra le pareti domestiche?».

Leggi tutto...

Magaldi: dal coronavirus si deve risorgere prontamente, con un New Deal europeo

Il presidente del Movimento Roosevelt: il governo negozi con Bruxelles un piano immediato di investimenti straordinari per risollevare l'economia; l'emergenza virus potrebbe addirittura trasformarsi in un vantaggio, se si trovasse la forza di cambiare finalmente le regole

Leggi tutto...