News da tutti i dipartimenti

Lutto nella Comunità rooseveltiana, che saluta il viaggio ultraterreno della Socia fondatrice MR Grazia Orlanducci

Il Movimento Roosevelt non è una comunità spirituale o iniziatica.

E non è una comunità religiosamente ispirata.

Il MR è una entità politica (metapartitica) laica, che annovera al suo interno massoni e profani, gnostici e agnostici, cattolici e cristiani riformati, ebrei, buddhisti, islamici o seguaci di altre religioni, e anche coloro che si proclamino atei.

Perciò, di fronte alla morte fisica di qualsiasi essere umano, non abbiamo da esprimere punti di vista specifici, lasciando a ciascuno dei nostri soci di immaginarsi come meglio creda il senso più profondo della vita, della morte e di un eventuale post-mortem.

Tuttavia, nel porgere ufficialmente il nostro saluto affettuoso alla Socia fondatrice MR Grazia Orlanducci, che di recente ci ha lasciato, vogliamo anche ribadire che sia la vita che la morte sono dei grandi misteri e che non è detto che chi abbandoni apparentemente le sue spoglie terrestri cessi per ciò stesso di esistere tout-court entro i confini della Vita-Materia-Energia universale.

Leggi tutto...

CONDANNA SENZA SE E SENZA MA ALL'UCCISIONE DI EMMANUEL CHIDI NAMDI

Il Movimento Roosevelt, con questo comunicato, vuole esprimere una ferma condanna alla brutale uccisione di Emmanuel Chidi Namdi.

Il Movimento Roosevelt nasce con l’orizzonte politico di garantire la realizzazione dei diritti fondamentali dell’uomo delineati all’interno della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani del 1948 in Italia e nel mondo.

Un brutale assassinio, motivato da inutili pregiudizi raziali, come quello di Emmanuel non puo’ andare inosservato.

Leggi tutto...

Il MR diffida i sabotatori interni ed esterni della Giunta Raggi a Roma ed esprime piena fiducia e solidarietà a Daniele Frongia

Con riferimento a un chiaro tentativo (peraltro grottesco e inconsistente) di delegittimazione personale e politica di Daniele Frongia - volto anche a colpire personalmente la neo-Sindaca di Roma, Virginia Raggi, che giustamente lo ha voluto come suo Capo di Gabinetto - sono circolati veleni sgangherati a proposito della presunta retribuzione di Frongia, nel suo nuovo incarico al Campidoglio, in servizio dei cittadini romani.

Leggi tutto...

La Brexit e le sue conseguenze: le forze e gli interessi palesi e occulti in campo in Europa dopo il voto del 23 giugno 2016

Di tutto ciò che è indicato nel titolo del presente articolo - e di altro - si parla in:


Massoneria On Air: puntata 27.06.2016. Audio scaricabile su Vetrina Servizi (clicca per ascoltare).

 

LA REDAZIONE DEL MOVIMENTO ROOSEVELT (www.movimentoroosevelt.com)

(Articolo del 29 giugno 2016)

BREXIT: alcuni punti di vista in Casa MR

Non si può certo pretendere che i seguenti siano i punti di vista di tutti i soci e/o di tutti i simpatizzanti di area rooseveltiana, tuttavia riteniamo abbastanza importante e significativo, con questi contributi, meditare le posizioni di MARCO MOISO (uno dei membri del Direttorio Generale MR e Responsabile MR per Londra e il Regno Unito) e di Gioele Magaldi (Presidente del Movimento Roosevelt):

Leggi tutto...

Massoneria e mafia?

Sui recenti rumori circa le contaminazioni tra massoneria e mafia, da ultimo l'operazione "Brotherhood", qualche considerazione è dovuta. Sappiamo  già quanto sia difficile proporre con obiettività una riflessione,  perché il tema è dominato da due opposti sentimenti,  entrambi lontani dalla ragione e costruiti piuttosto su apriorismi e pregiudizi. Il primo, positivo, secondo il quale la Massoneria non può essere per definizione legata allla mafia, semplicemente perché si tratta di un ordine di perfezionamento spirituale,  il cui assunto è quello di "lasciare i metalli" (gli interessi materiali) fuori dal Tempio. Il secondo, negativo, in base al quale è inevitabile che il segreto massonico sia destinato a coprire ogni sorta di affari loschi ed intrallazzi. Per andare oltre questi stereotipi occorrerebbe guardare un po' più in là dei giudizi superficiali e disporsi ad una riflessione profonda, che avviene da tempo nell'Europa continentale e che in Italia non riesce a maturare.
La domanda di fondo è: al di là dei giudizi morali, le società iniziatiche sono parte dell'esperienza umana? Sono o no un fenomeno antropologicamente costante, presente in ogni epoca? Sono tutte uguali per dottrina, rigorosità dei membri e congruenza tra propositi dichiarati e attività svolte in concreto?
Se accogliamo queste domande, possiamo fare qualche passo in avanti. Troveremo, in prima evidenza, che la Massoneria è solo una delle diverse forme possibili di organizzazione iniziatica, certamente la più diffusa e (mis)conosciuta, ma non certo unitaria e univocamente identificabile, con forme interne estremamente diversificate e complesse, storicamente determinate da posizioni poliitiche radicalmente differenti e contrastanti. Emergerà, soprattutto, che la Massoneria è stata indubbiamente il più grande araldo dell'Età dei Lumi e della Ragione, ma anche che la Massoneria è la grande malata del nostro tempo. Rimandiamo ad altra sede (i seminari della Libera Università Giordano Bruno) le analisi di dottrina e storiografiche. Sul presente, possiamo ben sostenere che c'è l'evidente necessità di un rinnovamento che sappia guidare, se non tutta, almeno le componenti migliori della Massoneria verso orientamenti moderni e progressisti, recuperandone la funzione storica e sottraendola agli orientamenti oscurantisti e opprimenti che hanno trasformato la speranza del progresso nell'attuale "sonno della ragione" che, invariabilmente, genera mostri. Ecco perché x'è bisogno del Movimento Roosevelt.

Open letter to UK's Brothers and Sisters

JpegComing from the inner ring of SOCIETAS MAZZINI, you can be sure that we love England, the motherland of Thomas Carlyle and John Yarker, just to remember two great names among the circle Joseph Mazzini used to frequent during his exile in London. Notwithstanding, some of the position emerging by UK politicians about the referendum on the possibility for UK to exit from the European Union remind us also that there is also a populist way inside United Kingdom that believes a stingy strategy of “I don’t care for them” is the best way. To this part we say the door is open. Please do. Read more

SCUOLA E FORMAZIONE UMANA

Inserito per specifica competenza all’interno dello spazio riservato al Dipartimento Istruzione MR

The function of education Martin Luther King
Dopo i post di Marzia Ribecco sulla scuola italiana e la sua evoluzione storica [LA SCUOLA ITALIANA post del 26 Maggio 2016, clicca sul titolo per leggere] e di Alessandra Bosco sulla necessità della presenza delle arti nel sistema educativo [LA SCUOLA, IL METODO, LE ARTI post del 2 Giugno 2016, clicca sopra per leggere], il dipartimento propone di seguito un articolo di Mario Mariani in cui si viene delineando come il vero fine dell’insegnamento sia quello di un’autentica formazione umana.

Leggi tutto...

100.000 POETI PER CAMBIARE... IN MEGLIO

100 thousand 2016 1 b07dd
L'iniziativa 100.000 POETI PER CAMBIARE (100 thousand poets for change) è un'idea che riporta il vento della contestazione, quando fare un reading di poesia significava non tanto esibire sé stessi quanto condividere uno stato d'animo di libertà, di avversione all'establishment che pensa soltanto in termini di crisi economica, shock petrolifero, guerre imperialiste, sfruttamento delle risorse e tutte queste cose nefande che sono purtroppo attualissime.

Leggi tutto...

Il M5S diventa adulto

E' vero. Il Movimento Cinque Stelle d'ora in poi va preso sul serio. Il M5S non e' piu' un movimento populista ed inesperto che fa leva sul malessere e sulla paura. E' diventato un partito con una struttura, quadri presentabilissimi ed ambizioni di governo. Chiunque neghi questo non fa i conti con la realta'.

L'interesse principale, per chiunque faccia politica, non dovrebbe essere quello di 'tifare' per un partito o per l'altro; dovrebbe essere invece quello di costruire una societa' migliore e lavorare per offrire una vita migliore ai cittadini e alle cittadine.

Leggi tutto...

Movimento Roosevelt ed Elezioni comunali a Roma: in attesa del vero prossimo Sindaco (cioè NINO GALLONI) il MR esorta a dare preferenze a DANIELE FRONGIA (M5S) o a FABRIZIO CIANCI (Radicali) o a GIULIA TEMPESTA (PD)

Sulle Elezioni comunali a Roma, come spiegato in diversi articoli e interviste di Gioele Magaldi, Nino Galloni e altri dirigenti MR e come ad esempio sintetizzato in

Leggi tutto...

Le processioni dei santi e l'inchino ai boss

Se volessimo riflettere sul significato - in verità un po' ridicolo - degli inchini delle processioni dei santi sotto i balconi dei boss mafiosi, potremmo ricavarne una potente immagine per comprendere l'ipocrisia del solvente culturale nel quale siamo immersi. Per darne descrizione, si propone un'analisi su tre livelli: in primo luogo, le responsabilità della chiesa; in secondo luogo il perbenismo borghese; infine, la battaglia oscurantista per mantenere la gente comune al di sotto della loro libertà, al di sotto della consapevolezza spirituale.

Leggi tutto...

Straordinaria e illuminante intervista su COLORS RADIO di CARMINE PACENTE (candidato Consigliere comunale e auspicabile Assessore a Milano)…

 …ad esplicazione di come intende lavorare un politico autenticamente democratico-progressista e rooseveltiano. Insieme a CARMINE PACENTE, per il Consiglio comunale del capoluogo lombardo, il MR esorta a votare anche, con voto di preferenza, MARTA CHARLOTTE FERRADINI e MICHELE PETROCELLI per il Municipio 2 e ALESSANDRO BIZZOTTO per il Municipio 4 di Milano.

Leggi tutto...