News da tutti i dipartimenti

AFFARI ITALIANI e finalmente una corretta narrazione giornalistica sulla nascita del Movimento Roosevelt

Dopo alcuni buoni spunti esplicativi che però insistevano troppo sul retroterra massonico del MR (in realtà, com’è noto, il Movimento Roosevelt non è né massonico né paramassonico, come già esplicato in “Repetita iuvant: il Movimento Roosevelt non è massonico né para-massonico”, articolo del 26 dicembre 2014 by Francesco Maria Toscano per Il Moralista , (clicca per leggere), e Il Movimento Roosevelt è metapartitico, metamassonico e aperto a cittadine e cittadini progressisti (profani e non) di ogni latitudine politico-partitica, spirituale e sociale, (clicca per leggere), quali, ad esempio:

Leggi tutto...

Massimo Knight, rooseveltiano doc, a proposito del saggio di John Stuart Mill, On Liberty (1859), e dei Diritti delle Donne

Dal Blog http://blog.movimentoroosevelt.com/ (clicca per accedere), dove abbiamo ritenuto di pubblicare in prima battuta il seguente articolo, postato originariamente su una pagina del Gruppo facebook Amici del Movimento Roosevelt Italia, rilanciamo anche su pagina del sito ufficiale www.movimentoroosevelt.com le belle osservazioni del socio fondatore rooseveltiano Massimo Knight:

Leggi tutto...

Comunicazioni del Segretario Generale

Cari amici “rooseveltiani”, smaltito il legittimo entusiasmo per il nostro primo incontro, è ora il momento di tornare a lavorare insieme per strutturare e dare impulso alla nostra strategia politica. Una premessa: il compito di far crescere il Movimento Roosevelt non è appannaggio di Gioele Magaldi o Francesco Maria Toscano ma di tutti i soci fondatori, pronti a mettere i rispettivi talenti a disposizione della comune causa.

Leggi tutto...

Il Movimento Roosevelt e la Convention di Perugia del 21 marzo 2015 in preparazione di quella di Roma del 2016 o giù di li: senso e prospettive iniziali di un cammino popolare, civile e laico autenticamente democratico-progressista

Dell’evento di Perugia del 21 marzo 2015 hanno parlato sia il neo-eletto Segretario Generale del Movimento Roosevelt, Francesco Maria Toscano, con:

“Viva il Movimento Roosevelt”, articolo del 23 marzo 2015 by Francesco Maria Toscano per Il Moralista (clicca per leggere),

il cui testo riportiamo integralmente di seguito:

Leggi tutto...

E’ Der Spiegel ma sembra Il Moralista

the german ubermachtIl prestigioso settimanale tedesco Der Spiegel ha pubblicato giorni fa una copertina ritraente una svampita Angela Merkel in compagnia di un gruppo di gerarchi nazisti sorridenti vicino al Partenone. Per chi non lo sapesse, Der Spiegel non è un foglio sovversivo stampato in clandestinità da un manipolo di pericolosi bolscevichi assiduamente ricercati dalle polizie di mezzo mondo. Al contrario il settimanale amburghese, fondato nel 1947 dal liberale Rudolf Augstein, rappresenta il cuore, la mente e l’anima del giornalismo tedesco.

Leggi tutto...

Viva il Movimento Roosevelt!


Tessera MR 1920x737 02Carissimi amici, sono appena rientrato da Perugia, città che ha ospitato il congresso del Movimento Roosevelt svoltosi ufficialmente sabato scorso. Si è trattato di un evento eccezionale, capace di raccogliere un numero importante di avanguardisti accorsi da ogni parte d’Italia per dare vita ad una comunità di destini.

Leggi tutto...

L’acume di Aldo Giannuli

Aldo GiannuliLa recensione del libro di Magaldi promessa tempo fa da Aldo Giannuli (clicca per leggere), storico non verdissimo saltuariamente rilanciato dal blog di Beppe Grillo insieme al prof. Becchi ed altri simili raffinati pensatori, è finalmente arrivata (clicca per leggere). Aspettavo con ansia di leggere le profonde analisi partorite dalla penna di cotanto luminare, noto per avere per mesi discettato sul portale grillino circa la differenza fra il sistema elettorale maggioritario, quello proporzionale corretto e quello misto tendenzialmente scorretto. Ora, da uno abituato a macerarsi intorno all’applicazione dello scorporo e alla ripartizione dei seggi con scappellamento a destra, non è che ci aspettassimo chissà quale perla di saggezza.

Leggi tutto...

Movimento Roosevelt: ASSEMBLEA COSTITUENTE del 21 marzo 2015 a Perugia. Il PROGRAMMA DEFINITIVO DELLA GIORNATA

Dalle ore 11 alle 12:17, presso appositi desk con personale di supporto: 1) Ci si può iniziare a registrare per i lavori in Assemblea, depositando i propri dati anagrafici e il codice fiscale (per chi ancora non l’abbia fatto) e ritirando il badge con la tessera d’iscrizione al Movimento. L’iscrizione all’Assemblea comporta ipso facto l’approvazione di questa prima configurazione dello Statuto del MR (vedi Movimento Roosevelt: STATUTO DEFINITIVO aggiornato al 19 marzo 2015, clicca per leggere), che potrà essere modificato solo nel corso di successive Assemblee Generali, su istanza di almeno 60 suoi membri e/o per iniziativa di un numero congruo di soci MR, secondo quanto previsto dall’articolo 17 dello Statuto stesso.

Leggi tutto...

Non basta una lettura economicistica della realta’ per combattere il nazismo tecnocratico


Euro NaziIn passato alcuni lettori mi hanno contestato l’utilizzo dell’espressione “nazisti tecnocratici” in riferimento a certi personaggi che condizionano le leve di potere in Europa. Il tempo, sempre galantuomo, si è preso la briga di validare alcune mie passate intuizioni, rendendo sempre più palesi e scoperte le pulsioni omicidiarie che attraversano il Vecchio Continente.

Leggi tutto...

LA CONSAPEVOLEZZA DEI DIRITTI UMANI [Parte Seconda. La Dichiarazione Unanime di Tredici Stati Uniti d’America (1776), La Prima Costituzione Americana (1787), La Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino (1789)]

Consapevolezza dei diritti umani 2 c557aL’individuazione di un primo nucleo di diritti umani inalienabili, avvenuta tra contrasti e alterne vicende, nell’Inghilterra del XVII Secolo, trovò la sua concreta formulazione, per uno dei tanti paradossi della Storia, nella Dichiarazione di Indipendenza dalla madrepatria inglese di tredici colonie americane.

Leggi tutto...

Rassegna stampa web dal 16 marzo

17/03/15 Libre "L’Europa dei nuovi fascismi, il piano dell’élite tecnocratica":
http://www.libreidee.org/2015/03/leuropa-dei-nuovi-fascismi-il-piano-dellelite-tecnocratica/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=feed+(LIBRE+-+associazione+di+idee)

18/03/15 Oggi Treviso "Renzi, Draghi e la Massoneria":
http://www.oggitreviso.it/renzi-draghi-massoneria-108538

18/03/15 La nuova resistenza "L’Europa dei nuovi fascismi, il piano dell’élite tecnocratica (Libre)":
https://www.nuovaresistenza.org/2015/03/18/leuropa-dei-nuovi-fascismi-il-piano-dellelite-tecnocratica-libre/

18/03/15 Vox Populi "Non basta una lettura economicistica della realtà per combattere il nazismo tecnocratico"
http://blog-voxpopuli.org/non-basta-una-lettura-economicistica-della-realta-per-combattere-il-nazismo-tecnocratico/

Politica, stampa, sindacati e magistratura corresponsabili dello sfacelo in atto

Bandiera crepeDistruggere dalle fondamenta una nazione ricca, prospera e industrializzata come l’Italia non è cosa semplice. Eppure l’ala massonico-reazionaria ora prevalente sul piano globale è quasi riuscita nell’impresa. Non sarebbe stato possibile realizzare un obiettivo tanto perverso quanto ambizioso senza assicurarsi preventivamente il consenso, tacito e fattivo, di tutta una serie di mondi “politici” solo in senso lato.

Leggi tutto...

Vi siete chiesti perche’ i nazisti tecnocratici Draghi e Schaeuble spingano la Grecia fuori dall’euro?


Wolfang SchaeubleIn Europa esistono fondamentalmente due posizioni nei confronti del governo guidato da Tsipras. Da una parte ci sono gli europeisti ordo-liberisti alla Jean Claude Juncker che cercano di salvaguardare le politiche di austerità insieme all’unità della zona euro; dall’altra ci sono gli ordo-liberisti a trazione più spiccatamente neonazista come Wolfang Schaeuble che spingono la Grecia fuori dall’euro pur di non mettere minimamente in discussione le politiche in voga nel resto d’Europa.

Leggi tutto...

Federalismo e’ davvero sinonimo di Stato Minimo al servizio della plutocrazia?

Puzzle ItaliaIeri ho scritto un pezzo nella speranza di favorire l’emergere di una comune piattaforma comunicativa in grado di migliorare la complessiva qualità del livello dei nostri scambi e delle nostre comunicazioni (clicca per leggere). Quindi abbiamo precisato che il nostro fine è il benessere dell’Uomo, di tutti gli uomini nessuno escluso, respingendo per principio qualsiasi teoria volta ad individuare e servire un obiettivo-fine differente.

Leggi tutto...