News da tutti i dipartimenti

Magaldi: gli Usa concedano la grazia a Julian Assange, non è stato impeccabile ma è vittima di una persecuzione. E in Egitto, Al-Sisi deve smetterla di arrestare innocenti

Il presidente del Movimento Roosevelt: la denuncia di Assange è stata a senso unico contro gli Usa, e ha messo a repentaglio militari sul terreno. Al Cairo, meglio il massone Al-Sisi dei Fratelli Musulmani che governavano prima di lui: ma il suo regime ostacola la ricerca della verità sulla fine di Giulio Regeni e ora ha colpito un altro giovane attivista, Patrick George Zaky, uscito dall'ateneo bolognese

 

«Gli Stati Uniti concedano la grazia a Julian Assange, vittima di una vera e propria persecuzione». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, interviene sul caso del giornalista australiano, creatore di WikiLeaks tuttora in carcere nel Regno Unito, in attesa di essere estradato negli Usa. «Se le rivelazioni di WikiLeaks sulle nefandezze commesse dal potere militare non hanno causato vittime - precisa Magaldi - sarebbe bene che le autorità statunitensi mettessero fine a questa tormentata vicenda, graziando Assange». Secondo Magaldi, va comunque tenuto conto del fatto che i "leaks" diffusi da Assange potrebbero aver messo in pericolo operatori dell'intelligence, svelandone l'identità.

Leggi tutto...

Marco Moiso spiega perchè il taglio dei parlamentari fa parte dell'ideologia neoliberista

Spieghiamo (a +Europa) perchè il taglio dei parlamentari è populismo neoliberista.

 Dopo il recente video di condanna al taglio dei parlamentari, nel quale sostenevo come questo taglio si inserisca perfettamente nel processo di involuzione antidemocratica che caratterizza il neoliberismo, alcuni simpatizzanti di + Europa si sono detti divertiti della attribuzione al filone neoliberista, invece che populista, di questa operazione.

In questo video spiego a quei ragazzi di +Europa dove sbagliano... n.b. al minuto
14:25 invece di parlare di un 2.04% di spesa in deficit parlo di "aumento della spesa". È una inesattezza.

 

 https://www.youtube.com/watch?v=qEJPLJUY2Q8

Lo strano caso di due nuovissime navi nate italiane che diventano egiziane (forse). Quello che c’è dietro e non ti aspetti.

Emilio Bianchi afb92
Lo strano caso di due nuovissime navi nate italiane che diventano egiziane (forse).

Quello che c’è dietro e non ti aspetti.

Pochi giorni fa è stata varata a Riva Trigoso la fregata Emilio Bianchi, decima e ultima della serie FREMM. Queste fregate sono la spina dorsale della flotta, quelle che devono assicurare la difesa e la scorta di formazioni navali complesse contro attacchi aerei, navali o sottomarini, e che sono coordinate dai cacciatorpediniere che assicurano la difesa aerea estesa. Queste navi sostituiscono le vecchie fregate classe Maestrale, oramai con circa 35 anni di servizio. Vista la situazione sempre più esplosiva (talvolta letteralmente) del Mediterraneo centro orientale, il completamento di questo programma (che il vecchio Ministro della Difesa la Russa voleva ridurre a sei unità) è stato lungimirante e ci assicura, assieme ad altri assetti (nuovi pattugliatori e sommergibili, i caccia su menzionati e le navi tutto ponte porta aeromobili) uno strumento se non proprio adeguato almeno appena sufficiente di deterrenza e di controllo della stabilità di un bacino per noi vitale, essenziale (nel vero senso del termine). Ma, c’è un ma. Dopo la pomposa cerimonia del varo con tanto di madrina, fanfara, discorsi… la nave, assieme alla gemella Spartaco Schergat, rischia di non entrare mai in servizio nella Marina Militare, ma di venir dirottata direttamente alla flotta egiziana. Tra l’altro, ironia della Storia, il nome di queste due navi è in onore di due degli incursori che, con i famosi Maiali il cui nome ufficiale era Siluri a Lenta Corsa, affondarono due corazzate britanniche nel dicembre del 1941 ad Alessandria d’Egitto, probabile porto di destinazione di queste due navi, qualora divenissero egiziane.

Leggi tutto...

Dalla parte di nessuno se non delle idee; dalla parte di tutti per discuterne e applicarle.

Dalla parte di nessuno se non delle idee; dalla parte di tutti per discuterne e applicarle.

 Nello scenario politico italiano non c'è nessuna forza politica coerentemente progressista: democratica, libertaria, sociale e keynesiana. Il ruolo del Movimento Roosevelt è fare chiarezza in questa grande confusione, dimostrando l'importanza della coerenza nelle idee. 


*n.b. Marco Moiso: al minuto 5:25 ho avuto un lapsus e mi sono riferito alle Sardine come ad un partito di sedicente "destra" invece che sedicente "sinistra".

 

 https://www.youtube.com/watch?v=ayE96NnhR0U&feature=emb_logo

L'ingenuità del taglio dei parlamentari

Devo dire che mi intenerisco quando vedo persone appoggiare il taglio dei parlamentari.

TUTTE le motivazioni che vengono date sono frutto della manipolazione mediatica di stampo neoliberista.

TUTTE.

C'È BISOGNO DEI SOLDI. Non è vero. C'è piuttosto bisogno di cambiare paradigma economico e di uscire dalla privatizzazione fraudolenta della moneta. La moneta non è una risorsa scarsa.

BISOGNA DARE UN SEGNALE. Si. Ma il segnale da dare è che l'unico strumento che la collettività ha per combattere contro lo strapotere finanziario è la politica. Le persone devono tornare a valutare la politica come strumento per l'azione popolare e per la perpetrazione dell'interesse collettivo.

SONO TROPPI. Non è vero. Il numero serve a garantire una rappresentatività effettiva rispetto al territorio. Quando i Padri Costituenti stabilirono a 630 il numero dei deputati e a 315 il numero dei senatori, il popolo italiano contava 40 milioni. Oggi siamo più di 60 milioni. Se vogliamo dare ai parlamentari il compito di rappresentarci, dobbiamo AUMENTARNE il numero.

GUADAGNANO TROPPO. I parlamentari vanno equiparati ai top managers che lavorano nel privato. Purtroppo, l'Italia per alcune cose è diventata provinciale, inclusa la gestione dei salari. Eppure, l'obiettivo è quello di considerare i salari che ricevono i top managers anche in altre parti del mondo.Dobbiamo convincere persone capaci, e che magari già guadagnano cifre importanti, a darsi da fare per la cosa pubblica. Non possiamo pagarli di meno.

HANNO TROPPE TUTELE, A PARTIRE DAL VITALIZIO. Magari. Il vitalizio andrebbe re-istituito subito. Se si vuole una classe dirigente votata a scagliarsi contro i poteri forti che condizionano la politica, bisogna fare in modo che la classe politica non debba mai più andare a bussare alla porta di nessuno.

Se non volete vedere queste cose è perché, per motivi egoici più che razionali, volete farla pagare ad una classe politica che di fatto vi ha tradito. VERO. CI HA TRADITO QUESTA CLASSE POLITICA: A PARTIRE DALLA SEDICENTE SINISTRA CHE DAL TUTELARE I LAVORATORI È FINITA A TUTELARE I BANCHIERI. Ma per continuare a combattere anzi, per ricominciare a combattere, abbiamo bisogno di una NUOVA classe politica, potenziata. Non c'è soluzione nel diminuire il livello di democraticità, rappresentanza e qualità della rappresentanza. BISOGNA PIUTTOSTO COMBATTERE PER UNA CLASSE POLITICA MIGLIORE, VOTATA ANIMA E CORPO ALL'INTERESSE DELLA COLLETTIVITÀ.

https://www.facebook.com/marco.moiso/videos/10221904425021670/

Marco Moiso
Vicepresidente del Movimento Roosevelt
Supervisore per il Regno Unito

Taglio dei parlamentari: taglio della democrazia.

Taglio dei parlamentari: taglio della democrazia.

 
In pieno regime neoliberista, e quindi in una società in cui gli interessi finanziari dettano legge al posto della politica, vogliono farci credere che il taglio dei parlamentari sia nell'interesse della collettività. Balle. Il taglio dei parlamentari rappresenta solo un ulteriore indebolimento del sistema democratico.

Marco Moiso, Vice-Presidente del Movimento Roosevelt, lancia la campagna per una democrazia più sostanziale e non tagliata.

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=EQLzxHgecQ4

Magaldi: siamo in guerra, come massoni progressisti. E vinceremo partendo dall'Italia, se il popolo si svegliera' e si schierera' finalmente dalla nostra parte

Il presidente del Movimento Roosevelt: i fautori della Brexit hanno ingannato gli inglesi, cui infliggeranno altre dosi di neoliberismo. E un'Europa divisa fa comodo ai grandi poteri oligarchici che dominano il pianeta

«E' in corso una guerra, e proprio l'Italia sarà uno snodo decisivo della sfida che si va combattendo, da anni, a livello mondiale». Lo afferma Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt e "gran maestro" del Grande Oriente Democratico, espressione italiana del network massonico progressista sovranazionale. Autore del saggio "Massoni" uscito nel 2014 per "Chiarelettere", Magaldi denuncia il ruolo occulto, nella sovragestione del potere, delle superlogge "neoaristocratiche" che hanno imposto il neoliberismo come pensiero unico, in materia economica, anche grazie a una governance post-democratica come quella dell'Ue. Ma attenzione, avverte Magaldi: «Sebbene agli inglesi sia stato fatto credere che la Brexit avrebbe consentito un ritorno a politiche sociali, in realtà i conservatori britannici protagonisti del divorzio da Bruxelles mirano semplicemente a imporre nuove dosi di neoliberismo, analogo a quello continentale. Con il più il vantaggio di indebolire l'Europa: e un'Europa debole e divisa fa comodo proprio ai protagonisti dell'attuale globalizzazione senza diritti».

Leggi tutto...

Emilia-Romagna e Brexit Day: commenti semifreddi

Emilia-Romagna e Brexit Day: commenti semifreddi


Una breve analisi di Marco Moiso, Vice-Presidente del Movimento Roosevelt, su vincitori e vinti in Emilia-Romagna e dei "festeggiamenti" per l'uscita dall'Unione Europea del Regno Unito.

Focus su: Italia Viva (i veri sconfitti), i Repubblicani e il PSI.

Poi si parla degli inganni della Brexit

https://www.youtube.com/watch?v=gZbo6Yw4iOM&feature=youtu.be&fbclid=IwAR01BW3RhbBwEP5lEyYbJGEibaHEi-GYqsX7rKpqXmc1GwPCko4aNVlSA5s

Magaldi: inutile Emilia, se torna il teatrino della finta sfida tra centrodestra e centrosinistra, allineati entrambi ai diktat dell'austerity neoliberista europea

Il presidente del Movimento Roosevelt: senza programmi solidi e credibili, anche Salvini (che oggi incassa un "voto di speranza") rischia di fare la stessa fine di Di Maio e Renzi

Come da copione: Bonaccini si tiene l'Emilia, grazie anche alle Sardine coccolate in televisione a reti unificate. Salvini perde, ma fa comunque avanzare la Lega. E intanto i 5 Stelle si eclissano. «Nessuna sorpresa, davvero, per l'esito delle regionali emiliane». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, l'aveva ampiamente previsto: «Semmai, la novità è che il leader leghista è riuscito a mettere paura, per la prima volta, al blocco di potere che ha in mano l'Emilia ininterrottamente, da decenni». Il guaio? «La crisi del Movimento 5 Stelle - sostiene Magaldi - ripropone purtroppo l'apparente bipolarismo centrodestra-centrosinistra: una alternanza solo formale che, negli ultimi vent'anni, ha permesso ad attori diversi di recitare il medesimo copione neoliberista, in cui la politica si limita ad eseguire le direttive di potentati finanziari privati».

Leggi tutto...

Assemblea MR di sabato 25 gennaio 2020: Ordine dei Lavori definitivo e ufficiale

Facendo seguito a quanto premesso in

https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/presidenza/assemblea-generale-e-master-mr-piano-di-svolgimento-di-25-e-26-gennaio-2020-a-roma.html

rendiamo noto il seguente Ordine dei Lavori definitivo e ufficiale dell’Assemblea Generale del Movimento Roosevelt che si svolgerà domani, sabato 25 gennaio 2020, a partire dalle 14:30, presso l’Istituto Sant’Orsola di Via Livorno 50/a.

L’Assemblea Generale sarà preceduta dalla prima parte della sessione introduttiva del Master Roosevelt in Scienze della Polis, che avrà inizio nello stesso luogo alle ore 9.

A proposito di tale Master, sottolineiamo quanto comunicato di recente dai suoi organi direttivi:

Per quel che riguarda il Master MR, il Rettorato ha disposto che tutti i cittadini i quali prenderanno la tessera del metapartitico Movimento Roosevelt e coloro che siano già soci rooseveltiani in regola con l’iscrizione annuale (qualora ci si debba iscrivere per la prima volta o non si sia in regola, per iscriversi e rinnovare l’iscrizione vedi: https://blog.movimentoroosevelt.com/iscriviti-o-rinnova.html , o si potrà farlo direttamente di persona sabato 25 gennaio) potranno partecipare GRATUITAMENTE alle sessioni introduttive del Master che avranno luogo sabato 25 dalle ore 9 alle ore 13 e domenica 26 in orari mattutini e pomeridiani che saranno aggiornati e comunicati sabato stesso. Per il Master MR, primo appuntamento alle ore 9 di sabato 25 gennaio 2020 presso l’Istituto Sant’Orsola di Via Livorno 50/a. Inoltre, per l’iscrizione annuale vera e propria al Master sono state messe a disposizione da parte di alcuni generosi donatori delle  Borse di Studio che consentiranno, ai soci MR in regola con l’iscrizione che ne faranno richiesta e che abbiano determinati requisiti,  di partecipare al Master con la copertura di parte significativa delle somme di iscrizione indicate in https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/master-roosevelt-in-scienze-della-polis/pre-iscrizione-al-master-roosevelt-in-scienze-della-polis.html . Per chiedere l’iscrizione al Master usufruendo di tali Borse di Studio, scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Leggi tutto...

Master Roosevelt: I requisiti per ottenere le borse di studio

Master Roosevelt: I requisiti per ottenere le borse di studio.

Il Rettorato del Master ha disposto che tutti i soci rooseveltiani in regola con l’iscrizione annuale (qualora non si sia in regola, per rinnovare l’iscrizione vedi: https://blog.movimentoroosevelt.com/i... o si potrà farlo direttamente di persona sabato 25 gennaio) potranno partecipare GRATUITAMENTE alle sessioni introduttive del Master che avranno luogo sabato 25 dalle ore 9 alle ore 13 e domenica 26 in orari mattutini e pomeridiani che saranno aggiornati e comunicati sabato stesso.
Per il Master MR, primo appuntamento alle ore 9 di sabato 25 gennaio 2020 presso l’Istituto Sant’Orsola di Via Livorno 50/a. Inoltre, per l’iscrizione annuale vera e propria al Master sono state messe a disposizione da parte di alcuni generosi donatori delle Borse di Studio che consentiranno, ai soci MR in regola con l’iscrizione che ne faranno richiesta e che abbiano determinati requisiti, di partecipare al Master con la copertura di parte significativa delle somme di iscrizione indicate in https://www.movimentoroosevelt.com/…/... .

Per chiedere l’iscrizione al Master usufruendo di tali Borse di Studio, scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
Sul Master Roosevelt in generale e sui suoi contenuti e obiettivi si legga questa bella presentazione: https://www.libreidee.org/…/master-ro... .
Invece, l’Assemblea Generale MR avrà luogo sabato 25 gennaio 2020, dalle ore 14:30 alle 20:30 circa, sempre presso l’Istituto Sant’Orsola di Via Livorno 50/a. Si raccomanda la massima puntualità e coloro che dovessero rinnovare di persona l’iscrizione sono pregati di farlo tra le 14:15 e le 14:30, prima dell’inizio dei lavori assembleari.
Non saranno ammessi all’Assemblea soci non in regola con l’iscrizione. Sui contenuti di questa Assemblea si veda: https://www.movimentoroosevelt.com/…/... .

Per vedere in diretta la puntata odierna di Massoneria On Air: https://www.youtube.com/watch?v=091fb...

 

https://www.youtube.com/watch?v=p47FtnhoJtE

Libia: il posto in prima fila che non c'è più. Tra (dis)onori e oneri (rifiutati)

Conteberlino fc189
Libia: posti in prima fila cercati e tolti, tra (dis)onori, oneri e reticenze

“Dovete scegliere tra la guerra e il disonore, state scegliendo il disonore ed avrete la guerra”. Parafrasando questa frase di Churchill con i tempi grammaticali cambiati (la pronunciò dopo Monaco, a cose fatte) e sostituendo alla prima parola guerra (ma non alla seconda) quello di intervento militare (nessuno vuole entrare in una vera guerra) si può riassumere la condotta italiana di questi ultimi anni in Libia. Le foto che ritraggono il nostro presidente del consiglio a cercare inutilmente un posto in prima fila (probabilmente cercando la targhetta con il suo nome sul pavimento) sono paradigmatiche della (non) considerazione che ha l’Italia nel contesto sia europeo che internazionale. In diplomazia nulla è a caso, anche se sembra casuale.

Tutti a proclamare che la conferenza di Berlino, svoltasi domenica scorsa, ha avuto successo. Ma la guerra riprenderà presto, come prima, o peggio di prima. Tutti i 55 punti (divisi in sei parti) sono stati accettati senza discussione. Appunto, i punti non sono stati discussi perché tutti sanno (fuorché forse l’Italia) che la grande maggioranza di questi non sarà mai implementata e rispettata.

Leggi tutto...

Pre-iscrizione al Master Roosevelt in Scienze della Polis

Carissimi soci e amici,

quest’anno 2020 parte il primo anno del Master e, alla fine del ciclo di lezioni, sarà possibile conseguire un prestigioso Diploma di Primo Livello.

Queste sono le Docenze offerte: https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/master-roosevelt-in-scienze-della-polis/master-roosevelt-docenze-cattedre-e-calendario-definitivo.html e questo il Calendario degli incontri ordinari : https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/redazione/master-roosevelt-in-scienze-della-polis-calendario-2020.html .

Nel 2021 ripartirà il primo anno, ma avrà anche avvio il secondo anno, utile a conseguire il Diploma di Secondo Livello.

Leggi tutto...

Claudio Testa designato Direttore Ufficio Tesseramento e Proselitismo MR

Siamo lieti di comunicare che, avendo presentato un interessante ed innovativo Piano di riforma del sistema di tesseramento e della propaganda MR, Claudio Testa (che ha già da poco assunto l’incarico di Commissario MR Lazio, su cui vedi: https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/presidenza/claudio-testa-nuovo-commissario-mr-lazio.html ) viene designato dalla Presidenza Direttore dell’Ufficio Tesseramento e Proselitismo del Movimento Roosevelt (www.movimentoroosevelt.com )

Leggi tutto...

Salotto Rooseveltiano 3: "Venti di guerra USA-Iran"

Salotto Rooseveltiano 3: "Venti di guerra USA-Iran"

Nel terzo appuntamento del Salotto Rooseveltiano vengono discussi i rapporti tra Iran e USA, compresa la paura che molti hanno di una escalation militare. Vista la storia di rivoluzioni e controrivoluzioni dell'Iran, chi sono gli attori oggi coinvolti nella gestione del paese? Quali sono le forze interne chi si oppongono?
In Iran si vota, ma esiste una qualche forma di democrazia? Che ruolo hanno i Pasdaran e personaggi come Soleimani? Quali sono gli interessi che si intrecciano nella regione?
Che ruolo hanno paesi come l'Iraq, Israele e l'Arabia Saudita?
Come si muove l'intelligence occidentale in una zona così complicata?

C'è davvero rischio di una guerra?

 In questo Salotto, proviamo a dare risposta a queste e a molte altre domande.

https://www.youtube.com/watch?v=ji1A-gKarwo&feature=youtu.be&fbclid=IwAR01p3yzpkvz42QACwAzKhf1JSA6d6r3-swelfsT2dAE7tR1OmD5UqqTt6s

Assemblea Generale e Master MR: piano di svolgimento di 25 e 26 gennaio 2020 a Roma

Facendo seguito a quanto illustrato in

https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/comunicazioni/riunione-generale-mr-e-inizio-master-roosevelt-a-roma-il-25-26-gennaio-2020.html

mettiamo in evidenza che:

  1. La due giorni rooseveltiana del 25-26 gennaio 2020 a Roma avrà inizio alle ore 8:30 (puntualissime: si consiglia l’arrivo in loco verso le 8, per poter cominciare in orario), sabato 25 gennaio, presso l'Istituto Sant'Orsola in via Livorno 50/a.
  2. Sabato 25 gennaio 2020 dalle 8:30 alle 9 vi sarà un’introduzione generale alle questioni che verranno affrontate in Assemblea e alle modalità di svolgimento di questo primo week-end del Master Roosevelt in Scienze della Polis.
  3. Sabato 25 gennaio 2020 dalle 9 alle 13 vi saranno le prime 4 ore di svolgimento del Master, nel corso del quale i vari Docenti presenti introdurranno metodologie e contenuti dei moduli di insegnamento offerti durante l’anno accademico 2020. Saranno ammessi a questi lavori del Master solo gli iscritti, i Docenti e i membri del Rettorato.
  4. Sabato 25 gennaio 2020 dalle 14:30 alle 20:30 (dopo la pausa pranzo dalle 13 alle 14:30) avrà svolgimento, in 6 ore, l’Assemblea Generale del Movimento Roosevelt.


Avranno accesso a tale riunione solo coloro che risultino in regola con l’iscrizione annuale al MR. Potranno votare su qualsivoglia questione suscettibile di deliberazione soltanto i soci fisicamente presenti in Assemblea e in regola con l’iscrizione annuale. Non sarà ammesso il voto per delega. In effetti, i soci presenti verranno considerati come i “parlamentari” del Movimento Roosevelt, titolati pertanto a rappresentare tutti gli altri membri della comunità rooseveltiana e a deliberare a loro nome e per loro conto.

5) - Le questioni affrontate in Assemblea Generale saranno elencate minuziosamente in un Ordine dei Lavori che sarà a breve reso pubblico e notificato a tutti i soci. Fra queste, le eventuali proposte di Riforma dello Statuto che dovessero pervenire alla Presidenza MR entro e non oltre la giornata di venerdì 24 gennaio 2020; la discussione di alcune istanze avanzate da membri della Dirigenza MR; la proposta, avanzata dal Vicepresidente MR Daniele Cavaleiro, di istituire delle Associazioni rooseveltiane locali (giuridicamente autonome, ma dipendenti in ogni caso dal Movimento Roosevelt generale); l’avvio della sottoscrizione di quote sociali per due società rooseveltiane: la RHC srl, con sede in Italia e la RKP limited (ltd), con sede nel Regno Unito (si tratta di due società a responsabilità limitata passibili di essere successivamente trasformate in società per azioni e di essere un giorno quotate in borsa); la presentazione dei primi risultati (a breve resi pubblici) del Progetto Rooseveltpedia, già implementato dal suo Curatore, Sergio Magaldi (Consigliere di Presidenza e Segretario del Dipartimento Cultura e Spettacolo MR); tutta una serie di innovazioni del funzionamento del MR contenute nella specifica e unica proposta di Riforma dello Statuto sin qui depositata presso la Presidenza (altre possono essere presentate entro e non oltre venerdì 24 gennaio) e che verrà illustrata già in questi giorni all’attenzione dei soci. Non avrà invece luogo l’elezione del nuovo Presidente del Movimento giacché il Presidente “uscente”, Gioele Magaldi, in assenza di contendenti alla carica e per una serie di valutazioni personali, non intende ricandidarsi. Gioele Magaldi, semmai, intende sostenere il progetto di Riforma dello Statuto sin qui pervenuto, che assegna ad un nuovo tipo di Consiglio di Presidenza la gestione collegiale dei compiti sin qui assunti da un Presidente “monocratico” e che presenta alcune altre sostanziali innovazioni (sempre di tipo pluralistico e radicalmente democratico, ricco di pesi e contrappesi) nell’articolazione gerarchica dei vari organi del MR.

6) - Domenica 26 gennaio 2020, dalle 9 alle 13 e dalle 14:30 alle 20:30 (dopo la pausa pranzo dalle 13 alle 14:30) vi saranno altre 4+6=10 ore complessive di svolgimento del Master, nel corso del quale i vari Docenti presenti introdurranno metodologie e contenuti dei moduli di insegnamento offerti durante l’anno accademico 2020. Saranno ammessi a questi lavori del Master solo gli iscritti, i Docenti e i membri del Rettorato.

Seguiranno, nelle prossime ore e nei prossimi giorni, molti comunicati e video illustrativi tanto dell’Ordine del Giorno dell’Assemblea Generale del 25 gennaio che di tutto ciò che riguarda e riguarderà il Master Roosevelt in Scienze della Polis.

Assemblea Generale e Master Roosevelt in Scienze della Polis si svolgeranno presso l’Istituto Sant’Orsola di Via Livorno 50/a (zona Piazza Bologna), Roma.

Arrivederci a Roma sabato 25 gennaio 2020, a partire dalle ore 8:30, presso l'Istituto Sant'Orsola in via Livorno 50/a.

E per chi, venendo da fuori Roma, desiderasse pernottare (dalla sera di venerdì 24 gennaio o la sera stessa del 25 o anche più giorni, per una breve vacanza romana prima di ripartire) nella stessa struttura dell'Istituto Sant'Orsola che ospiterà la due giorni rooseveltiana del 25-26 gennaio, sarà possibile prenotare (a prezzi decisamente competitivi) delle camere, telefonando al seguente recapito telefonico +39.0644241344.

Il pernottamento in camera singola con bagno - internet – TV, costa € 40,00 + tassa di soggiorno del Comune di Roma.

Il pernottamento in camera doppia con bagno - internet – TV costa € 70,00 + tassa di soggiorno del Comune di Roma.

Arrivare all'Istituto Sant'Orsola di via Livorno 50/a, in zona Piazza Bologna (non lontano dalla Stazione Termini) è molto semplice anche in metropolitana, prendendo la Metro B1 da Tiburtina in direzione Laurentina o la Metro B3 da Termini in direzione Jonio-Rebibbia.

PRESIDENZA MOVIMENTO ROOSEVELT (www.movimentoroosevelt.com )

( Articolo del 16 gennaio 2020 )

Riunione Generale MR e inizio Master Roosevelt a Roma il 25-26 Gennaio 2020

Giornate rooseveltiane Sabato 25 e Domenica 26 gennaio 2020 a Roma. Assemblea Generale MR e avvio del Master Roosevelt in Scienze della Polis

 

 

La Grande Battaglia, anzi la Grande Guerra Fredda (la seconda) in corso è per la Democrazia, come si evince anche da alcuni esplosivi eventi geopolitici degli ultimi giorni, analizzati con lenti rooseveltiane in:

https://www.youtube.com/watch?v=w19mvuVWrHQ&list=PLeBfDZsSfKqY0J2U_ZQG7I4ZGxbE1Zfhc&index=2&t=0s

https://www.gaiaitalia.com/2020/01/13/magaldi-giu-la-maschera-la-vera-battaglia-e-per-la-democrazia-e-oppone-progressisti-e-reazionari-persino-allinterno-della-cia-e-del-mossad/?fbclid=IwAR1fWxzR-cipgV2wWRayT-s9Cwc1hrMi-cjRm_DNrF7Zc_Z9muD9T8Khp7c

https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/comunicazioni/siria-la-vera-battaglia-e-per-la-democrazia.html

https://www.libreidee.org/2020/01/magaldi-iran-cia-e-mossad-ma-in-palio-ce-la-democrazia/

E per combattere meglio tale Guerra per i Diritti e la Dignità umana, per uno Stato di diritto internazionale rigoroso, equo, democratico e universalmente riconosciuto, cosi come per una sostanziale Sovranità popolare, per la riduzione drastica delle Disuguaglianze sociali e una Prosperità diffusa, riteniamo sia molto utile unirsi al metapartitico Movimento Roosevelt

(www.movimentoroosevelt.com e https://blog.movimentoroosevelt.com/ , per iscriversi o rinnovare la tessera: https://blog.movimentoroosevelt.com/iscriviti-o-rinnova.html ).

Un’ottima occasione per farlo e per condividere e ravvivare le molteplici iniziative targate MR sarà appunto partecipare all’Assemblea Generale del Movimento Roosevelt prevista a Roma Sabato 25 gennaio dalle ore 8:30 alle 9 e dalle 14:30 alle 20:30 circa e magari iscriversi al Master Roosevelt in Scienze della Polis (per chiedere l’iscrizione scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ), sul cui Calendario rinviamo a https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/redazione/master-roosevelt-in-scienze-della-polis-calendario-2020.html e sulle cui Docenze a https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/master-roosevelt-in-scienze-della-polis/master-roosevelt-docenze-cattedre-e-calendario-definitivo.html .

L’orario di questo primo week-end di Master, in cui i vari Docenti introdurranno e spiegheranno metodi, contenuti e obiettivi dei propri corsi, sarà Sabato 25 gennaio dalle 9 alle 13 e Domenica 26 gennaio dalle 9 alle 13 e dalle 14:30 alle 20:30.

Seguiranno, nelle prossime ore e nei prossimi giorni, molti comunicati e video illustrativi tanto dell’Ordine del Giorno dell’Assemblea Generale del 25 gennaio che di tutto ciò che riguarda e riguarderà il Master Roosevelt in Scienze della Polis.

Assemblea Generale e Master Roosevelt in Scienze della Polis si svolgeranno presso l’Istituto Sant’Orsola di Via Livorno 50/a (zona Piazza Bologna), Roma.

Arrivederci a Roma sabato 25 gennaio 2020, a partire dalle ore 8:30, presso l'Istituto Sant'Orsola in via Livorno 50/a.

Leggi tutto...

Libia: passato, presente e possibile futuro

 Libia: passato, presente e possibile futuro

 

Roberto Hechich - Segretario del Dipartimento Geopolitica e Difesa MR - si prende tempo e spiega l'evoluzione di quello che è successo in Libia, dai tempi di Gheddafi fino alla scesa in campo della Turchia.
Nella fase finale vengono affrontati gli scenari futuri possibili.

 

https://www.youtube.com/watch?v=81dd56SaR2k

Salotto Rooseveltiano "Venti di guerra USA-Iran"

Salotto-Rooseveltiano-3-Iran_d1cd0.jpg

La sezione MR "William Beveridge" di Londra è lieta di presentare un nuovo:

Salotto Rooseveltiano
"VENTI DI GUERRA USA - IRAN. Cosa è successo veramente e cosa accadrà?"

-

Dopo la pausa festiva, il nuovo anno inizia in modo esplosivo, con gravi e violenti episodi che hanno riempito i notiziari, iniettando una nuova ondata di energia nella crisi di lunga data tra gli Stati Uniti e l'IRAN.

Mentre, come di consueto, l'opinione pubblica, guidata dai mezzi di comunicazione mainstream, si polarizza a difesa di una o dell'altra fazione, il Movimento Roosevelt si impegna a voler fornire un'analisi sapiente e limpida dell'accaduto, scevra di pregiudizi ed attenta alla verità dei fatti passati e presenti.

Riproponiamo quindi il format, ormai di successo, del Salotto Rooseveltiano per affrontare anche questo interessante ed attualissimo tema, con un pannello di ospiti d'eccezione che saranno collegati live via web da varie parti dell'Italia e d'Europa.

Saranno collegati con noi Gioele Magaldi (Presidente del MR), Roberto Hechich (Direttore del Dipartimento di Geopolitica MR), Roberto Tomaiuolo (Consigliere di Presidenza ed ex Segretario del Dipartimento Difesa MR) ed Edoardo Vaccaretti (Dip. Geopolitica MR - Responsabile per il Medio Oriente). Modera da Londra Marco Moiso (Vicepresidente MR e Supervisore del Regno Unito).

Invitiamo i soci e gli amici del MR di Londra a raggiungerci dal vivo, presso la sede INCA CGIL Regno Unito, per partecipare attivamente al dibattito, che inizierà a partire dalle 19:15 ora locale.

La diretta dell'evento sarà inoltre trasmessa in streaming sul Canale Youtube "Movimento Roosevelt - Canale Ufficiale" e sulla Pagina Facebook "Movimento Roosevelt" a partire dalle 20:15, ora italiana.

A presto e saluti rooseveltiani!

-

Giovedì 16 Gennaio 2020
alle 19:15 (ora UK)/ 20:15 (ora IT).

INCA CGIL - Italian Advice Centre
124 Canonbury Road, London N1 2UT

+

Canale Youtube "Movimento Roosevelt - Canale Ufficiale" al link https://www.youtube.com/channel/UCSAKO81S2M4XBHMU6erlGIQ .
Link diretto al video https://www.youtube.com/watch?v=ji1A-gKarwo

Pagina Facebook "Movimento Roosevelt" al link https://www.facebook.com/movimentoroosevelt/

Iran: La vera battaglia è per la Democrazia

Magaldi: giù la maschera, la vera battaglia è per la democrazia e oppone progressisti e reazionari persino all’interno della Cia e del Mossad


di Redazione #MovimentoRoosevelt twitter@gaiaitaliacom #Politica

Il presidente del Movimento Roosevelt: in Medio Oriente, paesi senza democrazia sono stati aggrediti da finti democratici, supermassoni che si erano impossessati degli Usa. Qui potete vedere il video nel quale Magaldi parla di questa e altre storie.

Dunque, secondo Magaldi, il confronto tra amici e nemici della democrazia attraversa tutto il mondo, inclusi apparati di intelligence come la Cia e il Mossad israeliano. Il presidente del Movimento Roosevelt ed esponente dei circuiti massonici progressisti internazionali, autore del saggio “Massoni” (Chiarelettere, 2014) e gran maestro del Grande Oriente Democratico, attraverso un comunicato stampa giunto in redazione, ridimensiona la portata della crisi Usa-Iran e riconduce l’omicidio del generale Qasem Soleimani a un ruvido episodio, quasi fisiologico, da inquadrare nella guerra geopolitica che oppone gli Usa alla repubblica islamica sciita“Comunque” – aggiunge – “se il “falco” Soleimani era considerato un ostacolo, Trump ha fatto bene i suoi calcoli, nel volerlo eliminare, visto che la sua uccisione non ha affatto dato luogo a reazioni così pericolose da parte di Teheran: al netto della sanguinosa strage accidentale di civili commessa abbattendo un volo di linea, parla da sola l’estrema cautela mostrata da Russia e Cina”.

Il duro confronto tra gli Usa e paesi come Iran e Iraq – sostiene Magaldi – in questi anni ha proposto una sfida particolarmente infelice: da un lato un’oligarchia reazionaria atlantica che si era impossessata delle istituzioni americane nell’era Bush, fingendo di voler “esportare la democrazia” (solo per promuovere lucrose guerre regionali), e dall’altro regimi dove la democrazia almeno formale non è mai esistita. «Il network massonico progressista – aggiunge Magaldi – contribuì a far eleggere Donald Trump proprio per allontanare dalle stanze del massimo potere il clan Bush e in particolare la superloggia “Hathor Pentalpha”, direttamente responsabile dell’attentato dell’11 Settembre a New York e poi della creazione dell’Isis in Medio Oriente». Magaldi esclude che l’uccisione di Soleimani (avversario dell’Isis in Iraq e in Siria) sia stata progettata per “bilanciare” la recente eliminazione del “califfo” Abu Bakr Al-Bahdadi, protetto dalla “Hathor”, entità-ombra che oggi sarebbe comunque schierata contro la Casa Bianca.

Semplicemente, ribadisce Magaldi, Trump ha visto in Soleimani la longa manus dell’ala dura della spietata teocrazia iraniana, impegnata a estendere l’influenza sciita e antiamericana in tutta la regione mediorientale, anche ricorrendo al terrorismo.
«I sinceri democratici – afferma Magaldi – devono continuare a denunciare i regimi autoritari come quello dell’Iran, e al tempo stesso criticare fortemente le situazioni in cui la democrazia non è sostanziale, come nel caso dell’Unione Europea». Magaldi non si nasconde l’ipocrisia degli Usa, che tacciono di fronte al carattere dispotico dell’alleato saudita, dopo aver permesso alla Cina di accedere al mercato mondiale (divenendo una grande potenza) senza prima impegnarsi a introdurre la democrazia a Pechino. «La vera battaglia – ribadisce – è quotidiana e trasversale, in tutto il mondo, visto che i “falchi” si accordano sottobanco per scatenare simmetriche campagne di reciproca demonizzazione, conservando i rispettivi privilegi, mentre la dialettica tra progressisti e reazionari percorre anche i dirigenti dei dispositivi di sicurezza, compresi la Cia e il Mossad».

(13 gennaio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

Link all'articolo: https://www.gaiaitalia.com/2020/01/13/magaldi-giu-la-maschera-la-vera-battaglia-e-per-la-democrazia-e-oppone-progressisti-e-reazionari-persino-allinterno-della-cia-e-del-mossad/?fbclid=IwAR3I6EC-Z1aUdlfReH2PNcWspd9GqKWENJDzccngUsDxIqAkMfYiAkrFH1I